Berni: “Nel calcio di oggi ritmi più alti. Tenere unito lo spogliatoio fondamentale per raggiungere risultati”

Il portiere nerazzurro ospite di Drive Inter

di Donato Cerullo, @donatocerullo

Il terzo portiere nerazzurro Tommaso Berni è stato ospite della puntata di questa settimana di Drive Inter.
Il calciatore originario di Firenze è all’Inter dal 2014: per lui si è trattato di un ritorno a Milano, dopo aver giocato con le giovanili nerazzurre dal 1998 al 2001.
ARTE“A casa mia non ci sono appassionati. Una decina di anni fa è nata questa passione in Nazionale Under 21, dove sono andato ad una mostra con un compagno. Non sono un intenditore ma apprezzo molto Gino De Dominicis”
MUSICA – “Ascolto di tutto. Amo la musica anni ’60, ’70. Rock, punk, elettronica, jazz. Si fa prima a dire cosa non mi piace! Non amo il reggaeton. Amo Pink Floyd e Led Zeppelin. Canzone preferita? Amo l’album ‘The Dark of the Moon’ “.
VINILI“Ne ho parecchi, sopra i 200. Quando ne trovo uno che mi piace, lo prendo subito!”.

 

COMPAGNO DI VIAGGIO IDEALE“Jim Morrison, senza dubbio. Prima di essere un cantante, era un poeta. Scriveva dei pezzi importanti, sarebbe divertente sapere cosa gli passava nella testa”.

 

CAMBIAMENTI NEL CALCIO“Ritmi sempre più alti, i calciatori sono sempre più forti fisicamente. Stare al passo delle grandi è dura”.

 

GRUPPO“Fondamentale restare uniti, il legame che si crea nello spogliatoio aiuta molto la squadra perchè è così che nascono i risultati”.

 

LEGGI ANCHE – RANOCCHIA: “I NEMICI? E’ NORMALE CHE CI SIANO…”

LEGGI ANCHE – INVESTITORI FREDDI: RIMANDATO IL BOND?

 

EDER E BERNI SI SFIDANO IN ALLENAMENTO…A RUOLI INVERTITI!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy