Torino, Bonazzoli: “Dobbiamo stare zitti e lavorare. Siamo durati 66 minuti, poi è successo di tutto”

Il classe 1997 è stato l’ex di giornata dati i suoi trascorsi nerazzurri

di Lorenzo Della Savia

Di solito lo si dice dei pareggi: il 4-2 tra Inter e Torino, maturato oggi a San Siro, è un risultato che non fa contento nessuno. L’Inter, in classifica, gioisce per i tre punti, ma il 4-2 non fa contento Antonio Conte (furente con i suoi a fine partita, anche nelle interviste), non fa contento Lukaku (che ha segnato due gol ma che ha dichiarato, proprio come Conte, “non siamo una grande squadra”) e fa ancor meno contento Federico Bonazzoli, attaccante del Torino ed ex di giornata, che ai microfoni di Torino Channel commenta in questi termini il crollo dei granata nell’ultima mezz’ora di gara.

Federico Bonazzoli, Getty Images

“Penso ci sia poco da dire, c’è da pensare alla prossima, allenarsi bene e i risultati arriveranno – ha dichiarato il classe 1997 – Siamo andati in vantaggio 2-0, abbiamo tenuto 66 minuti, poi è successo quel che è successo. Quindi è il momento di stare zitti, non dire nulla, abbassare la testa e lavorare per uscire da questo momento”, ha concluso.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy