Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Cordoba: “Bastoni ricorda Materazzi. Rimpianti? Non aver vinto la Supercoppa Europea con l’Inter”

Ivan Cordoba, Getty Images

L'ex difensore nerazzurro sfoglia il libro dei ricordi con molta nostalgia

Antonio Siragusano

"Chissà per quanti anni ancora avrebbe indossato la maglia dell'Inter Ivan Ramiro Cordoba, se gli anni e il fisico fossero stati dalla sua parte. Nell'intervento in collegamento internet con gli studi di Sky Sport 24 di questo pomeriggio, nelle parole del difensore colombiano si è letta una grandissima voglia e un attaccamento incredibile nei confronti del calcio, ma soprattutto verso i colori dell'Inter. Insieme a Beppe Bergomi, l'ex difensore nerazzurro è tornato indietro nel tempo fra i suoi ricordi interisti:

"IBRAHIMOVIC - "Giocare contro Ibra? Era difficile, ti faceva sentire il fisico e non solo. Anche avendo un fisico importante era molto tecnico, non era di quei calciatori facili da marcare. Dovevi stare molto attento".

"DERBY ARGENTINI -"Sono sentiti tantissimo, perché c'è una tensione che inizia a sentire una settimana prima. Si sente un'atmosfera troppo calda e ci sono situazioni difficili e non belle da raccontare. Delle volte si danno appuntamento i tifosi per fare degli scontri. Tutto questo rende il derby una partita molto particolare e tutto questo si trasmette in campo. Scenario molto difficile.

"MOURINHO - "La sua miglior qualità era capire il miglior momento di una partita in cui utilizzare certi giocatori. Aveva questo dono molto particolare, conosceva molto bene i suoi giocatori e leggeva bene le partite in ogni momento. Faccio un esempio: poteva avere un giocatore che per un mese aveva tenuto in tribuna e poi lo chiamava a giocare in semifinale in Champions League, perché sapeva di potersi fidare dalla sua condizione".

"IL NUMERO - "Il 2 è sempre stato un numero speciale, anche se all'inizio facevo l'attaccante esterno. Quando sono diventato difensore ho continuato a vestire il numero 2. In nazionale la maglia era stata ritirata, ma dopo poche partite mi è stato detto di poterla indossare, che ero la persona giusta per farlo. E sono stato molto orgoglioso. All'Inter c'era Panucci con la maglia numero 2 ed ho dovuto aspettato per sei mesi prima di averlo. Per rispetto non l'avevo chiesta, ma quando lui ha saputo di andar via mi ha suggerito di chiedere quel numero ai magazzinieri".

"RIMPIANTI - "Non aver vinto la Supercoppa Europea, eravamo in grado di vincere i sei trofei, ma va bene. Il rimpianto di non poter giocare più nell'Inter, mi divertivo così tanto che non volevo smettere. Era la squadra che amavo".

"NUOVO RUOLO - "Non faccio il procuratore anche perché non ho il corso. Faccio più da consulente, poi a volte riesco a fare delle mediazioni avendo delle conoscenze con squadre e procuratori. Però penso sono più sul mondo immobiliare, ho fatto investimenti in Colombia e in Italia, mi è sempre piaciuto. In questa situazione riesco a stare di più con la famiglia, sono io a decidere e questo è molto importante".

"CITTA' -"Sono felicissimo a Como, mi sento privilegiato. E' una città che ti dà tutto, quando sono arrivato c'era una mentalità chiusa, poche possibilità per la famiglia. Oggi offre di tutto e sei solo a 30 minuti da Milano. Ma se proprio devo scegliere, rimango su Medellin".

"MIGLIOR PARTITA CON L'INTER -"Per un difensore non sono quelle partite in cui fai gol che ti rimangono più a cuore, ma quelle in cui hai fatto un salvataggio per la tua squadra, perché quello è il tuo compito per natura. Ricordo una partita con la Roma a San Siro in cui ho fatto un salvataggio su Montella che doveva solo appoggiarla in porta per segnare. Io sono arrivato da dietro e ho portato via tutto, sia Montella che il pallone, e senza causare il rigore ho salvato il risultato".

"BASTONI - "Non ricordo Materazzi da giovane, ma secondo me essendo anche mancino, potrebbe essere un calciatore da paragonare a lui. E' giovane e ha tanto da dimostrare".

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/