Di Livio e i falli di mano: “Baggio prenderebbe 50 rigori a campionato. Qualche allenatore ci lavora in allenamento”

L’ex centrocampista della nazionale ha parlato sull’attuale regola riguardante i falli di mano

di Gianluca Cutillo

Ex giocatore della Juventus e della nazionale. Angelo di Livio ha detto la sua sui falli di mano che quest’anno hanno causato tanti rigori in più rispetto agli scorsi anni. Una falla nel regolamento o una nuova opportunità? Persino nella partita di ieri c’è stato un episodio, riportato questa mattina sui giornali. Bastoni che tocca la palla con il braccio, che però è attaccato al corpo. E di episodi del genere quest’anno ne abbiamo visti tanti. Che sia diventato un nuovo metodo, provato anche in allenamento per ottenere calci di rigore?

L’ex centrocampista italiano ha parlato di un episodio particolare che riguarda Roberto Baggio, come riportato dal Corriere della Sera. 1998, Mondiale, l’Italia giocava contro il Cile. Il Divin Codino ottenne un calcio di rigore calciando il pallone sul braccio di Fuentes, difensore avversario. “Roby non disse nulla, non raccontò che lo aveva fatto apposta, ma uno con il suo piede delicato una giocata del genere poteva usarla quando voleva. Se fosse ancora in attività, con questa assurda regola del tocco di mano prenderebbe 50 rigori a campionato”. 

E poi ancora continua lo stesso Di Livio: “Io non avevo il piede di Baggio, ma se oggi fossi un giocatore proverei a prendermi i rigori in quel modo. Sono sicuro che qualche allenatore lavora su una situazione del genere in settimana. Ci sono tecnici che non trascurano nulla, nemmeno il minimo dettaglio. Figurarsi se non sfruttano questa opportunità offerta dal regolamento”.

>>>Iscriviti al canale YouTube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

LIVE Calciomercato Inter – Emerson ha detto sì all’Inter. Conte vuole ancora Vidal, Lautaro si complica per il Barcellona

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy