Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Domenghini duro: “Conte, perché non ti lamenti del tuo stipendio?”. Poi attacca anche su Vidal: “Non ce ne facciamo nulla”

L'ex nerazzurro non prende le difese dell'allenatore dopo lo sfogo di Dortmund

Lorenzo Della Savia

"Che lo sfogo di Antonio Conte dopo la sconfitta contro il Borussia Dortmund fatichi ad inserirsi in un normale gioco dialettico tra allenatore e dirigenza - in questo caso quella dell'Inter - ma abbia raggiunto vette un tantino superiori, pare lo abbiano notato tutti, prima ancora di decidere se il tecnico abbia esagerato o meno. Il che costituisce un dibattito a parte, cui si accoda - intervistato da TuttoMercatoWeb.com - anche Angelo Domenghini, ex calciatore dell'Inter tra il 1964 e il 1969. Il quale non pare prendere le difese del tecnico nerazzurro: "Conte è già stato accontentato con lo stipendio... Perché di quello non si lamenta? - si chiede - C'è una rosa di 25 giocatori e Perisic, che era il più forte dell'Inter, è stato fatto fuori forse per contrasti con la società. Per il resto sono arrivati giocatori come Godin e Lukaku. E ci sono molti calciatori dell'anno scorso tra cui anche Candreva che è stato recuperato da Conte. I giocatori ci sono, non a caso i nerazzurri sono ad un punto dalla Juve".

"Gli viene dunque chiesto se l'eventuale innesto di Vidal possa rivelarsi funzionale ad aumentare le alternative in mano al tecnico, ma Domenghini è laconico: "Ma cosa ce ne facciamo? Fa fatica a giocare nel Barcellona - commenta, scettico - Abbiamo Borja Valero che non gioca mai e che individualmente è il più forte, ha cuore e determinazione". E poi aggiunge: "Non so quali fossero i rapporti di Conte con la società 3-4 mesi fa al momento della campagna acquisti ma non è giusto lamentarsi perché è andata male col Borussia Dortmund. L'organico dell'Inter va bene per lo Scudetto".

"Tesi, quella di Domenghini, che l'ex calciatore conferma senza bisogno di ricorrere al mercato: "I fuoriclasse vanno all'estero perché forse prendono più soldi - ragiona - Se l'Inter compra un giocatore deve fare la differenza. Da anni però l'Inter non ha un fuoriclasse". Segue un parallelo con altre realtà: "Alla Juve l'unico è Pjanic. CR7 lo era al Real, perché la squadra giocava esclusivamente per lui e il portoghese la buttava sempre dentro. Noi avevamo Icardi che faceva e continua a fare il palo là davanti, ma se ha queste caratteristiche è difficile cambiarle. In ogni caso per me Conte ha sbagliato a lamentarsi. I giocatori ci sono. E ha voluto Lukaku e ora se lo tiene...".

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/