Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

EpicInter, Brozovic ragiona da top player. Ma Spalletti…

Il croato è sempre più leader della formazione dell'allenatore che però lo punzecchia

Giovanni Parisio

Una grande prestazione di tutta la squadra, un risultato fondamentale per scalare le posizioni di classifica e mostrare i muscoli. L’Inter di Luciano Spalletti inizia a ragionare da grande, ambiziosa, con voglia e determinazione, proprio in piena linea con le idee del neo presidente Steven Zhang. I nerazzurri hanno un personaggio simbolo di questa crescita: Marcelo Brozovic. Il centrocampista croato da quasi un anno a questa parte ha avuto una metamorfosi incredibile dopo che il tecnico di Certaldo ha trovato la posizione ideale per esaltarne le qualità.

Il croato, insieme a Vecino, compone un centrocampo di grande affidabilità e con ottime qualità. Da migliorare ovviamente. Ma Brozovic ragiona da top player. Ha i numeri e le qualità per diventarlo a tutti gli effetti e spazzare via lo spettro di Modric che ancora aleggia nei pensieri e sogni di mercato di alcuni. L’Inter, oggi, è tra i piedi di Marcelo Brozovic, il quale anche ieri sera nella gara contro la Lazio è stato il migliore in campo. Rendimento sempre in crescendo, caratteristiche da leader sia della mediana che dello spogliatoio, trascinatore insieme a Mauro Icardi. Fa bene, tuttavia, Luciano Spalletti a stuzzicare il croato, affermando che “spesso tocca troppe volte la palla, ma ha tutte le caratteristiche e l’intelligenza per diventare un top”.

Già, perché da quando è arrivato nel gennaio 2014 Marcelo Brozovic ha trovato la giusta identità solo lo scorso anno quando Spalletti gli ha ritagliato il ruolo in cabina di regia affidandogli le chiavi del centrocampo. Fondamentale in fase di non possesso, perno e motore del centrocampo, non a caso il tecnico di Certaldo chiede ai suoi di far passare il pallone proprio da Brozovic, il metronomo.

Secondo gol in campionato, prestazione di quantità e qualità, rendimento in crescendo, mentalità da leader per diventare il top player di questa Inter, insieme, ovviamente, al Capitano Mauro Icardi. Secondo posto conquistato, sei vittorie consecutive in campionato, adesso non bisogna mollare, si deve andare avanti in questo percorso di crescita. Costanza ed ambizione, proprio come vuole Steven Zhang, come dice Spalletti, come sicuramente penseranno anche i calciatori. L’Inter è "Epic” all’Olimpico contro la Lazio, Brozovic il punto fermo della rinascita.

"VIDEO – Mercato, Angioni: “Barella e Tonali nel mirino dell’Inter. Icardi verso il rinnovo”