Galeone: “Conte, mai sentita una sparata del genere dopo 200 milioni di acquisti. Vi svelo un retroscena su Allegri”

Stasera la gara col Getafe potrebbe essere decisiva per il futuro

di Lorenzo Della Savia

Antonio Conte ha fatto dietrofront, è vero, ma le cose con l’Inter mica sono finite qui: no, perché c’è anzitutto una partita – stasera – contro il Getafe che può indirizzare sensibilmente in un modo o nell’altro quelli che saranno i discorsi che Conte, Zhang e Marotta faranno attorno al tavolo di fine stagione, tavolo che in caso di sconfitta potrebbe anche essere ribaltato. Non si esclude niente, insomma, e comunque il tempo delle valutazioni deve ancora arrivare: è bene tenersi aperti a tutto. Anche al fatto che il nome di Massimiliano Allegri – già fatto nei giorni scorsi da qualche quotidiano come possibile sostituto di Conte in caso di rottura – possa tornare di moda prossimamente. E a parlarne, oggi, su La Stampa, è l’ex allenatore Giovanni Galeone.

“Ne sento parlare da un po’ – dice, riferendosi a Massimiliano Allegri accostato alla panchina interista – Diciamo che se Allegri riuscisse a vincere con l’Inter sarebbe il primo a completare il trittico con Juventus e Milan. E diciamo anche che io una sparata come quella di Conte contro la società non l’ho mai sentita nella vita. Dopo 200 milioni di roba, o giù di lì”. E poi Galeone – amico intimo di Allegri – parla delle offerte ricevute dall’ex Juventus durante l’anno sabbatico: “Non le sto a fare l’elenco delle squadre che ha rifiutato: per correttezza innanzitutto, ma anche per risparmiarmi un’emicrania”.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy