Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

GENOA INTER

L’Inter mostra un’involuzione preoccupante nei numeri: siamo tornati indietro?

L’Inter mostra un’involuzione preoccupante nei numeri: siamo tornati indietro? - immagine 1

La fiducia resta, ma il campo deve mostrarci qualcosa in più

Alessio Murgida

Non siamo abituati a vedere un'Inter così. Se andiamo ad analizzare alcuni numeri, capiamo ancora meglio il concetto: era dal febbraio 2019 che i nerazzurri non segnavano per due partite di fila in campionato (era pre-Conte). Quella era l'Inter di Icardi e la crisi con la società nerazzurra, l'Inter di Spalletti che aveva come centravanti un giovane - e ancora inesperto - Lautaro Martinez. Per carità, oggi il club nerazzurro è fatto di tutt'altra pasta ma le sensazioni che tutto l'ambiente sta provando si avvicinano a quelle, consci sempre di essere campioni d'Italia.

L’Inter mostra un’involuzione preoccupante nei numeri: siamo tornati indietro?- immagine 2

Non basta però essere i campioni d'Italia per agire come campioni d'Italia. L'Inter vista contro il Genoa è una squadra impaurita, insicura che non riesce più a ritrovare la versione esaltante di se stessa. Altri numeri: i nerazzurri sono arrivati a 53 conclusioni senza segnare, la serie più lunga dal febbraio 2019 con 54 conclusioni.

L’Inter mostra un’involuzione preoccupante nei numeri: siamo tornati indietro?- immagine 3

Questo pareggio ci preoccupa molto di più della sconfitta contro il Sassuolo per diversi motivi, anche ovvi se volete: il Genoa non è il Sassuolo, l'Inter doveva dare un segnale e, soprattutto, Inzaghi e il suo staff tecnico avevano una settimana libera e senza impegni per preparare una partita che - anche prima del pareggio e del "regalone" del Milan - si sapeva fosse molto importante.

L’Inter mostra un’involuzione preoccupante nei numeri: siamo tornati indietro?- immagine 4

L'Inter sembra mancare nel punto più importante della stagione. Noi restiamo ottimisti perché Inzaghi è lo stesso che ci ha mostrato un'Inter meravigliosa, i giocatori restano quelli (con anche qualche rinforzo in più) ma ci deve essere la svolta.

In campionato non tutto è perso: alla prossima ci sarà Inter-Salernitana, nello stesso turno di Napoli-Milan. Senza se e senza ma, Inzaghi deve trovare i 3 punti contro l'ultima in classifica e approfittare dello scontro diretto. Vincere ci aiuterà a sbloccarci ma dobbiamo aspettare il campo: le partite cominciano a diventare difficili, se poi te le complichi anche da solo...