Hakimi si presenta: “L’obiettivo è lo scudetto! Conte allenatore perfetto per me. Inter? Uno step in più”

Hakimi si presenta: “L’obiettivo è lo scudetto! Conte allenatore perfetto per me. Inter? Uno step in più”

Le prime parole del neo acquisto nerazzurro

di Davide Ricci, @davide_r22

E’ stato il primo acquisto di mercato di questa stagione da parte dell’Inter, ed è un colpo internazionale: Achraf Hakimi è un giocatore nerazzurro dopo l’acquisto dal Real Madrid. Il talento marocchino ha raggiunto lunedì i suoi nuovi compagni e si è subito messo a disposizione di Antonio Conte.

Sui canali social del club ecco le sue prime parole da giocatore dell’Inter:

CONTE – “Penso che come allenatore e come stile di gioco è uguale al mio. Penso che sarà favorevole per me e per la squadra. Credo che raggiungeremo grandi obiettivi e proveremo a vincere lo scudetto! Ha uno spirito competitivo e con una grande passione che trasmette alla squadra e ai tifosi”.

EREDE MAICON – “La verità è che un giocatore impressionante. Spero tanto di creare la mia leggenda ed essere ricordato come lui in questo grande club”.

ESPERIENZA BUNDESLIGA – “Avere avuto la possibilità di giocare ogni settimana in un grande campionato ti fa prendere maturità, fiducia ed esperienza. Penso che tutto questo serva per migliorare”.

MILANO – “Non l’ho ancora conosciuta tutta, sono stato in qualche ristorante ed il cibo è davvero buono. Avrò del tempo per conoscere tutto e penso che mi piacerà”.

MOMENTO PIU’ BELLO DELLA CARRIERA – “Quando ho vinto la Champions League con il Real Madrid e quando ho giocato il mondiale con la mia Nazionale, è stato un sogno che avevo fin da bambino”.

IDOLO – “L’ho sempre detto: è Marcelo. Le sue caratteristiche e la fortuna di averlo conosciuto mi è servito per sapere che è una grande persona e lo seguo sempre”.

POSIZIONE IN CAMPO – “Preferisco giocare laterale, ma darò il 100% per aiutare la squadra ovunque voglia l’allenatore”.

ALTRI SPORT – “Provo a giocare un po’ a paddle e mi piace anche il basket”.

GIOCARE CONTRO L’INTER – “E’ stata una bella esperienza per i tifosi. Adesso dovrò godermeli io come miei tifosi, e lo farà dentro il campo”.

GIOCATORE DEL PASSATO – “Un giocatore che mi ha ispirato nonostante abbiamo ruoli diversi è stato Samuel Eto’o. E’ stato un punto di riferimento, è africano come me e mi piace come vive il calcio”.

3-5-2 – “Penso che mi adatterò abbastanza bene. L’ultimo anno al Borussia ho giocato così. Con le qualità che ha questa squadra sarà facile inserirmi e proverò ad aiutare”.

PIZZA O PAELLA – “Devo ancora mangiare una buona pizza”.

GIOCATORE ATTUALE DELL’INTER – “Conosco tutti, ho seguito tante partite ma anche prima quando vinsero la Champions League a Madrid. E’ stato un club che mi è sempre piaciuto, storico. Sono passati tanti giocatori da qui”.

INTER LO HA CERCATO – “Quando mi è arrivata l’offerta ha pensato che fosse una buona opzione per crescere. E’ un grande club con dei tifosi incredibili, vivono il calcio in maniera speciale. E’ stato uno step per la mia carriera ed è un grande ambiente”.

SQUADRA DA BAMBINO – “Sono sempre stato tifoso del Real Madrid, sono arrivato lì quando avevo 7 anni e sono il giocatore che sono grazie a loro”.

OBIETTIVI DELLA STAGIONE – “Sono soprattutto a livello collettivo. Innanzitutto vincere lo scudetto, perché l’Inter non vince da molti anni e credo che sia un obiettivo principale e che personalmente voglio per portare gioia ai tifosi. Voglio fare bene anche in Champions e migliorare le statistiche dell’anno scorso”.

DIFFERENZE TRA BUNDES E SERIE A – “Per come mi hanno credo che la differenza sia tattica. Qui migliorerò su quello”.

DERBY – “L’unica cosa che spero è che possiamo vincere. Vorrei godermelo con i tifosi”.

MESSAGGIO AI TIFOSI – “Vorrei dire ai tifosi che sono qui per dare il meglio. Quest’anno faremo grandi cose e speriamo di vincere qualche titolo”.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy