Inter-Milan, parla Coco: “Derby? Lo devi sentire, altrimenti non lo vinci. La classifica conta poco in certe partite”

Inter-Milan, parla Coco: “Derby? Lo devi sentire, altrimenti non lo vinci. La classifica conta poco in certe partite”

Grande ex della partita, il difensore ha parlato ai microfoni di Calciomercato.it riguardo il big match di domenica

di Alfredo Novello

Domenica sarà derby della Madonnina, un derby sentito, un derby globale visto l’importanza dei due club a confronto e la storia di una partita che ha sempre emozionato e stupito. C’è chi il derby lo ha giocato più volte, chi è passato da una sponda all’altra dei Navigli: è Francesco Coco, intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it.

Questo Inter-Milan torna ad essere una partita, che oltre ad avere un valore morale, conta moltissimo per la classifica di entrambe le squadre. A riguardo, queste le dichiarazioni di Coco: “Il Derby è sempre il Derby e sono sicuro che domenica ci sarà un’atmosfera fantastica, San Siro quando è pieno ha un fascino particolare, sarà una grande partita. La classifica conta poco quando si affrontano partite del genere. Il derby lo devi sentire, altrimenti non lo vinci: è una di quelle partite che si vincono con il cuore, con il sentimento, con quel qualcosa in più”

Chi è la favorita?: “L’Inter ha dimostrato di essere una squadra tosta e organizzata, rafforzatasi molto anche sul mercato. Adesso, con i nuovi acquisti si è avvicinata ancor di più alla Juventus. Tuttavia, i bianconeri restano un gradino sopra e la squadra di Conte non dovrà compiere passi falsi, sia nel derby che nelle altre partite che verranno. Se vuoi giocarti lo scudetto fino alla fine, devi tenere il passo senza mai rallentare. Se invece concedi qualche punto di vantaggio alla Juventus, diventa quasi impossibile recuperarglieli. Detto ciò, l’Inter arriva sicuramente meglio del Milan al Derby, per classifica, per qualità e per organizzazione di squadra”. 

Riguardo i rossoneri: “E’ vero, hanno fatto sette punti nelle ultime tre, ma li hanno fatti contro squadre normali, quindi ci potevano stare. Anzi, a dirla tutta, il pareggio con il Verona può addirittura stonare. E poi inizia a trasparire una dipendenza da Ibrahimovic, il che può preoccupare. Hanno tanti giovani, ma ad oggi non è in una situazione tranquilla. I calciatori non sono sereni anche per quello che succede a livello societario”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Le ultime verso il derby. Intervista ESLCUSIVA a Collovati, lo United rinuncia a Lautaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy