Inter-Shakhtar, la partita alla lavagna. Dalla sfida in difesa al duello in attacco, tutte le chiavi della semifinale

Da Godin contro Taison al confronto fra Lukaku e Khocholava: i confronti più interessanti fra nerazzurri ed ucraini

di Raffaele Digirolamo, @RaffaDigi97

Manca sempre meno alla partita fra Inter Shakhtar Donetsk, che lunedì sera si affronteranno a Dusseldorf nella semifinale di Europa League. Una sfida che La Gazzetta dello Sport ha voluto giocare alla lavagna, ipotizzando i possibili duelli tattici che caratterizzeranno quella che sarà una delle gare più importanti del recente passato nerazzurro.

GODIN – TAISON: Il difensore dell’Uruguay è tornato sui suoi livelli, ma potrebbe andare in difficoltà contro un esterno veloce come il brasiliano, bravo nell’attrarre gli avversari fuori area. Per non mandare in difficoltà Godin, sarà fondamentale la collaborazione D’Ambrosio.

BROZOVIC – ALAN PATRICK: A fronteggiarsi saranno un regista ed un trequartista. Il centrocampista nerazzurro dovrà limitare il suo avversario in fase di non possesso, Patrick invece dovrà togliere spazi di manovra al croato. Sarà una sfida “a perdere”, in cui avrà la meglio chi riuscirà a sporcare il lavoro altrui.

YOUNG – DODO: Lo Shakhtar è squadra a trazione laterale. A sinistra furoreggia Taison, a destra Marlos e Dodo. Quest’ultimo è un terzino che molto spinge e che difende. Young dovrà stare molto attento in fase di copertura, ma avrà spazio per far male agli ucraini.

BARELLA – STEPANENKO: A centrocampo lo Shakhtar può andare in inferiorità numerica, dato che gran parte del lavoro sporco si scarica sul solo Taras Stepanenko, guardaspalle un po’ di tutti. Nicolò Barella potrebbe destabilizzarlo con i suoi inserimenti diretti e ad alta densità di corsa.

LUKAKU – KHOCHOLAVA: Davit Khocholava è un imponente difensore georgiano delloShakhtar, oltre un metro e 90 di altezza. Per ragioni di stazza dovrebbe essere lui, più ancora dell’esperto Kryvtsov, ad occuparsi di Romelu Lukaku, lo sfondatore interista. Per stoppare il belga, però, il fisico a volte non basta.

>>>Iscriviti al canale YouTube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy