Inter-Verona

Inter-Verona, Conte(Sky): “Sarei contento di continuare qui, ma parleremo dopo lo Scudetto”

MILAN, ITALY - APRIL 25:  Head coach of FC Internazionale Antonio Conte celebrates the win at the end of the Serie A match between FC Internazionale and Hellas Verona FC at Stadio Giuseppe Meazza on April 25, 2021 in Milan, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images)

Le parole del tecnico nerazzurro a un passo dallo Scudetto

Pietro Magnani

Antonio Conte è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la sofferta ma fondamentale vittoria dell'Inter contro il Verona.

Conte ha dichiarato: "Abbiamo fatto 3 partite in sette giorni con più o meno gli stessi uomini. Venivamo da 2 pareggi dopo grandi prestazioni, meritando di vincere ma non riuscendoci. Adesso la pressione inizia a sentirsi, i giocatori lo sentono naturalmente. Essere protagonisti del ritorno all'Inter alla vittoria  dopo tanti anni è qualcosa che ti porta a fare errori che solitamente non fai".

"Dobbiamo essere concentrati sullo Scudetto, dopo parleremo dell'anno prossimo e della Champions League. Il presente, come ho detto a Spezia, è più importante di tutto. Poi dopo ci vorrà un po' di chiarezza. Io voglio assolutamente rimanere all'Inter, partire da zero dopo tanto lavoro fatto è stancante. Anche sul lavoro sulla testa dei giocatori. Qui sanno già cosa voglio. Io sarei contento di continuare il lavoro che sto facendo. Ma ovviamente tutti abbiamo bisogno di capire che cosa si può fare".

"Hakimi? A tirare i rigori è una pippa, peggio di me. Se dovessimo mai andare ai rigori devono morire tutti gli altri prima di farlo tirare a lui. Scherzi a parte sta migliorando tantissimo e sono molto contento. Darmian è un ragazzo straordinario, non solo in campo, Merita la nazionale".

"So benissimo che il mio cognome porta l'obbligo di vincere. Però negli anni mi è capitato più di una volta di competere ad esempio in Champions League con squadre non sufficientemente attrezzate".

tutte le notizie di