Interisti on the road – Icardi vola con il PSG, Karamoh “sgambetta” l’Inter. Thiago Motta rilancia Pinamonti?

Interisti on the road – Icardi vola con il PSG, Karamoh “sgambetta” l’Inter. Thiago Motta rilancia Pinamonti?

Il punto della siutazione sulle prestazioni degli interisti in prestito in giro per il mondo

di Marco Accarino

Icardi, Gabigol, NainggolanPerisic e tanti altri: la dirigenza dell’Inter nella sessione estiva di mercato ha concluso importanti operazioni in uscita mandando in prestito diversi giocatori considerati fuori dal nuovo progetto tecnico nerazzurro di Antonio Conte. Come di consueto Passioneinter.com con la rubrica Interisti on the road vi terrà aggiornati sulle prestazioni dei giocatori di proprietà nerazzurra con le loro rispettive squadre.

ICARDI – Continua l’opera di convincimento da parte dell’argentino, intento più che mai a persuadere la dirigenza del Paris Saint-Germain circa il riscatto a fine stagione. Maurito in uno dei grandi classici del calcio francese del nuovo millenio è stato il protagonista assoluto: doppietta al Marsiglia (una delle formazioni francesi più titolate della storia) in appena 26 minuti e tre punti subito messi in banca.  Con la crescita fisica Icardi è tornato ai suoi consueti livelli, trasformandosi nuovamente nella macchina da gol conosciuta a Milano con la maglia dell’Inter in tutta la sua carriera.

KARAMOH – Una super prestazione, nulla da aggiungere. Che le qualità tecniche ci siano è fuori di dubbio, il peccato è che mai si è visto prima di questa volta un Karamoh così concentrato ed attento nel corso di una partita. L’attaccante francese, lanciato per la prima volta in stagione da titolare, sfrutta al meglio le assenze dei propri compagni di reparto ed incanta San Siro: gol strabiliante ed assist per Gervinho. Senza di lui il Parma difficilmente avrebbe potuto fare questo sgambetto a Conte, strappando all’Inter un punto e impedendo ai nerazzurri di tornare in testa alla classifica.

GABIGOL – Il suo Flamengo non si ferma più ed è sempre più primo in classifica. La vittoria di misura di ieri – grazie ad un gol di De Arrascaeta – contro il CSA AL lo avvicina ancora di una partita in meno al traguardo finale. Una parte corposa del successo della formazione rossonera è dovuto al rendimento di Gabriel Barbosa che, quando non segna, dà una grandissima mano a tutta la squadra come ieri sera. Ecco perché il Flamengo sta cercando di trattenerlo in Brasile ancora a lungo. Inter permettendo…

NAINGGOLAN – Il centrocampista belga è sempre più l’anima del Cagliari. Nel match contro il Torino, in uno dei campi più difficili della Serie A, Nainggolan non brilla particolarmente per brillantezza tecnica, ma a livello tattico è sempre l’arma in più dello scacchiere di Maran. Il vero Ninja è ancora lontano dal potersi palesare, è vero, ma ai rossoblu il sorriso s’allarga di settimana in settimana.

PINAMONTI – La cura Thiago Motta sembra poter funzionare, per quanto sia difficile giudicare dopo una sola partita. L’attaccante italiano nonostante non trovi la via del gol sembra più coinvolto nell’azione dei rossoblu ed arriva anche a servire un assist ai propri compagni che aiuta il Genoa a vincere la partita di sabato contro il Brescia, portando così a casa tre punti fondamentali per cercare di trovare una soluzione al periodo di crisi ed allontanarsi dalla zona pericolosa di classifica. A giovarne, sperano all’Inter, potrebbe essere anche lo stesso Pinamonti.

PERISIC – Il suo Bayern Monaco vince per 2-1 contro l’Union Berlino e continua la rincorsa al primo posto in Bundesliga occupato dal Borussia M’gladbach. Il croato è ancora una volta autore di una buona partita in terra tedesca: non arriva al gol o al servizio per un compagno ma riesce ad impegnare con costanza la difesa avversaria con le consuete scorribande. Piccola annotazione di natura tattica: Perisic sabato ha giocato partendo da ala destra e non da ala sinistra. Il riscatto da parte dei teeschi sembra potersi avvicinare ancor di più.

DALBERT – Gioca ancora una volta titolare nella Fiorentina, su quella che oramai è la sua fascia. I viola arrivano al match contro la Lazio con grande fiducia derivata dagli ottimi risultati ottenuti nei precedenti turni di campionato. Contro la squadra di Simone Inzaghi però inciampa in una prestazione no: a farne le spese è anche Dalbert, che non riesce a riconfermare quanto di buono fatto vedere nel mese di settembre e nella prima metà di ottobre. L’unica vera azione degna di nota del terzino sinistro brasiliano è quella che, anche grazie a lui, porta Ribery a servire a Chiesa il pallone del momentaneo pareggio, annullato poi dal gol di Ciro Immobile allo scadere.

JOAO MARIO – Giornata caldissima nel campionato russo: l’una davanti all’altra ci sono infatti due delle formazioni di Mosca, il Lokomotiv e lo Spartak. Il derby se lo aggiudicano gli ospiti che espugnano il Central Stadium Lokomotiv chiudendo con un rotondo 0-3. A “brillare” nella lista degli uomini di Jurij Semin c’è però Joao Mario, autore di un’ulteriore prova degna di nota. Il portoghese è infatti il centrocampista più in palla dei suoi ed aiuta l’attacco nei tentativi di rendersi pericolosi – seppur tutti falliti.

GLI ALTRI – Radu titolare nella vittoria del Genoa contro il Brescia; Emmers e Colidio non impiegati; Longo titolare nel pareggio 1-1 tra Deportivo e Racing Santander; Brazao in panchina nell’Albacete.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Social – Karamoh contro tifoso razzista: “Messaggio intollerabile! Il calcio è un sogno per tutti”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy