La Russa: “Tweet? Me l’hanno mandato e l’ho condiviso. Lukaku grande giocatore, ma Icardi non andava ceduto”

La Russa: “Tweet? Me l’hanno mandato e l’ho condiviso. Lukaku grande giocatore, ma Icardi non andava ceduto”

Il noto politico è stato travolto da una bufera social

di Antonio Siragusano

Dopo il tweet polemico circolato nelle scorse ore, che riguardava l’avvicendamento in squadra tra Romelu Lukaku e Mauro Icardi, Ignazio La Russa è stato subito intercettato dai microfoni di calciomercato.it per chiarire la sua posizione in merito a quell’affermazione che a molti non era piaciuta. Il noto politico di Fratelli d’Italia ha infatti specificato che l’autore della battuta è in stato in realtà un amico e che lo stesso La Russa si era limitato a condividerlo. Ecco l’intervista completa:

TWEET –  “Il tweet in realtà non è mio. Me l’hanno mandato e l’ho condiviso. L’autore? Un famoso manager, tifoso interista come me, di cui non posso dirle il nome. Quel tweet era simpatico. Lukaku è un grande giocatore, ma non ha sostituti all’altezza. Anche questa è la differenza tra noi e la Juve. Se ieri fosse uscito il belga, l’Inter avrebbe inserito Esposito, un ragazzino. I bianconeri invece sono partiti con Higuain in panchina, a volte c’è Dybala. Diciamo che avremmo bisogno di un altro grande centravanti oltre allo stesso Lukaku”.

CESSIONE ICARDI – “Se è stata giusta? Guardando al valore tecnico no, ma per motivi societari è giusto così”. 

SCONFITTA CONTRO LA JUVE – “Spero che di fronte ad una sconfitta di misura, magari faremo un gande campionato. Del resto l’Inter finora ha perso contro Barcellona e Juventus, le squadre che hanno i due giocatori più forti al Mondo come Messi e Ronaldo”.

CONTE VS SARRI – “Sarri ha trovato una squadra reduce da 8 scudetti di fila ed ha un compito facile. Conte invece deve costruire e sono contento del lavoro che sta facendo. Comunque, secondo me, ieri la differenza l’hanno fatta i giocatori, non il gioco”.

CONTE PER LO SCUDETTO – “Conte è sicuramente un valore aggiunto. Non so se riuscirà a vincere lo scudetto, ma l’Inter lotterà fino alla fine. La Juventus ha più giocatori di livello rispetto all’Inter, ecco perché ritengo il tecnico l’uomo in più”.

SAN SIRO – “Sentimentalmente no. Capisco che serve un nuovo stadio, ma lascerei comunque in piedi San Siro”.

RAZZISMO – “Intanto qualsiasi insulto va condannato. Bisogna individuare i responsabili e sanzionarli con il DASPO”. 

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Moratti ‘rimanda’ Lukaku: “Deve ancora adattarsi, Icardi sarebbe stato molto utile. Ricorso Calciopoli? Impossibile vinca la Juve”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy