GdS – Lautaro e de Vrij degni dell’Inter del Triplete, Handanovic meno reattivo di Julio Cesar

GdS – Lautaro e de Vrij degni dell’Inter del Triplete, Handanovic meno reattivo di Julio Cesar

Nel gioco delle coppie, solamente in pochi calciatori oggi sarebbero all’altezza di quella squadra

di Antonio Siragusano

Questa mattina sulle pagine de La Gazzetta dello Sport è stato pensato un confronto diretto tra alcuni protagonisti del Triplete del 2010 e quelli dell’Inter di oggi. Secondo la rosea, però, il paragone non regge proprio il confronto, visto che solamente in due potrebbero giocarsela alla pari con gli interpreti di allora, facendo intendere quanto ampia sia ancora la distanza per tornare ai vertici del calcio europeo. Certo, questa squadra è prevalentemente composta da calciatori giovani e in rampo di lancio, mentre la formazione di Mourinho era stata assemblata con profili esperti e pronti a vincere da subito.

Ad ogni modo, nonostante le differenze, solamente de Vrij e Lautaro potrebbero esserci nella rosa del 2010. Il primo al posto di Samuel, anche se l’argentino era decisamente più duro e l’olandese ha invece più tecnica e visione di gioco. Lautaro, che ancora ha tutto da dimostrare, potrebbe presto arrivare ai livelli di Eto’o, anche se il ruolo che interpretava il camerunese nell’anno del Triplete andrebbe chiaramente riadattato più come seconda punta.

Negli altri confronti, invece, il freddo Handanovic resta un passo dietro al più reattivo e istintivo Julio Cesar, più che altro per l’enorme numero di vittorie collezionate nella carriera del brasiliano. Brozovic perde il duello con Thiago Motta, anche se insieme potrebbero comporre probabilmente un centrocampo stratosferico. Candreva e Sensi non reggono il confronto con Zanetti e Sneijder, mentre la forza di Lukaku non è sufficiente per superare i gesti tecnici e la freddezza del Principe Milito.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – L’Inter vuole blindare Lautaro. Sconto per Werner. La ripresa slitta a domani

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy