Le PAGELLE di Lazio-Inter: Vidal e Lautaro non bastano. Per Lukaku non è giornata, Sensi ingenuo

I voti e i giudizi del match dell’Olimpico della terza giornata di campionato

di Antonio Siragusano

HANDANOVIC 6 – Sempre sul pezzo il capitano dell’Inter che riscatta l’errore di Benevento con un grande intervento in tuffo su conclusione di Luis Alberto. Probabilmente non legge in anticipo il colpo di testa di Milinkovic-Savic che diventa così imparabile dopo la schiacciata verso la porta.

SKRINIAR 6.5 – Probabilmente una delle migliori prestazioni del centrale slovacco nella difesa a tre. Ritrova la sicurezza d’altri tempi e gestisce meglio lo spazio da difendere alle proprie spalle. Spesso e volentieri dà una mano anche nei raddoppi ai compagni.

–> 80′ D’AMBROSIO s.v.

DE VRIJ 6 – Tornare all’Olimpico contro la sua ex squadra non è mai semplice, soprattutto per le modalità con cui si erano lasciati. L’olandese appare leggermente condizionato e legge stranamente male alcune dinamiche, ma tutto sommato regge bene il peso della difesa.

BASTONI 5.5 – Inizio timido per il classe 1999 che sulla sua corsia si ritrova di fronte uno degli esterni più veloci di tutta la Serie A. Ma pian piano, sfruttando la crescita complessiva della squadra, inizia a far uscire la sua personalità. Mancano ancora quelle giocate in uscita palla al piede che lo scorso anno lo avevano messo in luce.

HAKIMI 6 – Giornata più complicata di altre volte per l’esterno marocchino, puntualmente raddoppiato nella marcatura dagli uomini di Inzaghi. L’ex Real Madrid però non si scoraggia e crea diverse opportunità insidiose.

BARELLA 6 – Schierato per la prima volta da trequartista, mette in crisi la retroguardia biancoceleste con i suoi strappi. Stecca però più volte nella scelta finale e si rammarica per le tante occasioni sprecate.

VIDAL 7 – Il migliore in assoluto nella squadra di Conte. Se alla vigilia del suo arrivo in molti pensavano potesse essere il nuovo trequartista nerazzurro, il cileno sbalordisce tutti davanti alla difesa con un’interdizione super efficace e una prima impostazione che parte puntualmente dai suoi piedi sulla linea dei difensori.

–> 73′ BROZOVIC 6 – Si schiera davanti alla difesa per dare ordine alle manovre della sua squadra. Sfortunato sul palo colpito con una conclusione deviata dal limite dell’area.

GAGLIARDINI 5.5 – Deve sbattersi in mezzo al campo insieme a Vidal e come spesso accade gli riesce piuttosto bene. La sua prestazione, però, in fase di possesso si limita al compitino, lontanissima dalle tante iniziative messe in campo contro il Benevento.

–> 67′ SENSI 4.5 – Entra male in partita e si fa espellere per un’ingenuità in seguito ad una manata a Patric.

PERISIC 5 – Seconda partita da titolare dopo l’esordio stagionale contro la Fiorentina e altra prova che non convince pienamente. Da segnalare solo qualche discesa che mette in difficoltà Patric sulla sinistra, mentre in fase difensiva si fa vedere raramente in supporto di Bastoni.

–> 68′ ASHLEY YOUNG s.v.

LUKAKU 5 – Gioca quasi sempre spalle alla porta con una marcatura strettissima e comprensibilmente fatica ad entrare subito in partita. Le sue sponde oggi non sono sufficienti, spreca pure la ghiotta opportunità del 2-0 sullo splendido assist di Lautaro ad avvio di ripresa.

LAUTARO 6.5 – Qualche imprecisione dell’argentino in avvio di gara, soprattutto in relazione ai movimenti di Barella alle sue spalle. Poi gli basta una mezza occasione in area di rigore della Lazio, in un fazzoletto si gira col mancino e davvero non perdona.

–> 80′ SANCHEZ s.v.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy