Paganin: “Conte è arrabbiato, i punti persi sono ancora nella sua testa. Su Eriksen dico che…”

L’ex nerazzurro ha analizzato la situazione in casa Inter prima del fischio d’inizio del match contro l’Hellas Verona

di Alexander Ginestous, @AGinestous

Intervenuto oggi pomeriggio ai microfoni di TMW Radio in qualità di ospite, l’ex nerazzurro Massimo Paganin ha detto la sua sulla gara di questa sera tra Hellas Verona e Inter. Ecco le sue parole: “Conte credo sia ancora arrabbiato per quanto successo. I punti lasciati con Sassuolo e Bologna sono ancora nella sua testa. L’Inter deve puntare al secondo posto, può accorciare sulla Lazio ma su un campo non facile. Il Verona ha subito quasi i gol della Lazio, fa un calcio propositivo ed è in fiducia. Si cominciano a far sentire però le partite consecutive”.

Poi il suo pensiero su Eriksen: “E’ trequartista, ha fatto molto bene ma col Bologna si è notato meno il suo lavoro. C’è un cambiamento nel modo di pensare di Conte e sul modulo. I due mediani e i due esterni devono fare più lavoro ora, ma si sta lavorando sull’equilibrio di squadra. La difficoltà è che giocando ogni tre giorni un tecnico non può provare le cose durante la settimana. E poi non possono esserci margini di errore. Ma credo che l’Inter stia cambiando mentalità. Vedremo se andando avanti continuerà sa seguire questo pensiero”.

Chiusura sul Toro, Lautaro Martinez: “Magari è un momento di appannamento, mancano le prestazioni. Non gli mancano le occasioni. Ci sta che ci siano alti e bassi, è un po’ di appannamento ma capita a tutti ora con tutte le gare ravvicinate”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Hellas Verona-Inter, le formazioni UFFICIALI: c’è Godin. La scelta su Eriksen e Sanchez

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy