Ricavi Serie A

Calcio&Finanza – I ricavi dai diritti tv delle squadre di Serie A nel 2020-21

L'Inter è la squadra che trarrà maggiori benefici

Raffaele Digirolamo

Festa Scudetto, Getty Images

Conclusa la stagione di Serie A, per le società del massimo campionato italiano è arrivato il momento di fare i conti in tasca per analizzare i ricavi dai diritti tv che spetteranno in base al piazzamento in classifica. Questi soldi saranno particolarmente importanti, visto che l'ultima stagione è stata caratterizzata dalla mancanza degli introiti dal botteghino a causa della chiusura degli stadi.

 Esultanza Inter, Getty Images

Calcio&Finanza ha fatto il punto sulla situazione, analizzando i criteri stabiliti dalla Legge Melandri su cui viene basata la suddivisione:

- una quota pari al 50% è ripartita in parti uguali tra tutte le società partecipanti al Campionato di Serie A (circa 534 milioni);

- una quota pari al 15% sulla base della classifica e dei punti conseguiti nell’ultimo campionato (circa 160 milioni);

- una quota pari al 10%, sulla base dei risultati conseguiti negli ultimi cinque campionati (circa 106 milioni)

- una quota pari al 5%, sulla base graduatoria formata tenendo conto dei risultati sportivi conseguiti a livello nazionale e internazionale dalla Stagione Sportiva 1946/47 alla sesta antecedente a quella di riferimento (circa 53 milioni)

- una quota pari all’8%, sulla base dell’audience televisiva certificata da Auditel (circa 85 milioni);

- una quota pari al 12%, sulla base degli spettatori paganti che hanno acquistato il titolo di accesso per assistere alle gare casalinghe disputate negli ultimi tre campionati (circa 128 milioni)

SCORRI LA SCHEDA PER VEDERE LA SUDDIVISIONE ALLE SQUADRE --->