Addio piuttosto freddo tra Sabatini e Suning: i contrasti con la proprietà sono nati da…

Addio piuttosto freddo tra Sabatini e Suning: i contrasti con la proprietà sono nati da…

L’ex dirigente della Roma non sarà più il responsabile del settore sportivo del colosso cinese

di Nunzio Corrasco, @ncorrasco

Quello tra Walter Sabatini e Suning è stato un addio piuttosto freddo. Dopo meno di un anno infatti, l’ex dirigente della Roma non sarà più il responsabile del settore sportivo del colosso cinese.

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, Sabatini voleva e sapeva sempre metterci la faccia, anche a costo di andare in contrasto con una proprietà che ancora oggi fatica a capire meccanismi, logiche e passione del calcio italiano in generale e di una piazza come quella milanese in particolare. Per intenderci, Sabatini non era un “signorsì”. Con Sabatini lascia Suning anche Massara, suo braccio destro.

Al momento nei piani del club nerazzurro non c’è l’idea di sostituirlo: nell’Inter infatti, allo stato attuale, ci sono Antonello, Gardini e Ausilio nell’ala italiana che si occupa del club e non viene avvertita l’esigenza di andare a introdurre nuova figure.

LEGGI ANCHE – Asamoah ha trovato casa a Milano: accordo ad un passo con l’Inter

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

MAURO ICARDI, 100 GOL IN SERIE A E PER L’INTER È SOLO L’INIZIO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy