Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

L’incubo infinito di Sensi: più di metà partite saltate da quando è all’Inter. Domani sarà valutato

Stefano Sensi, Getty Images

Quest'anno il centrocampista ha giocato per appena 329 minuti

Lorenzo Della Savia

"La notizia, ormai, non fa nemmeno più notizia: ed è questa la triste consuetudine cui l'ultimo anno e mezzo ha abituato i tifosi nerazzurri circa un ragazzo - Stefano Sensi - che da quando è all'Inter, causa problemi fisici, rischia di veder sfumare quelli che potenzialmente potrebbero essere gli anni migliori della sua carriera. L'ultima, sul centrocampista dell'Inter, è di questo pomeriggio: affaticamento muscolare nell'allenamento contro l'AS Vis Nova Giussano. Risultato: salta il derby, almeno in teoria. Le condizioni del calciatore saranno valutate domani e si deciderà se procedere a ulteriori esami: ma tutto lascia pensare che Antonio Conte non se lo porterà in panchina.

 Stefano Sensi (Getty Images)

"Per il resto - e non è nemmeno colpa sua - i numeri di Sensi all'Inter rimangono impietosi per come i problemi fisici vi abbiano inciso. L'ultima presenza del centrocampista con la maglia nerazzurra risale allo scorso 30 gennaio, in Inter-Benevento 4-0, col giocatore entrato in campo all'81esimo minuto. Per il resto, come fa notare calciomercato.com, quest'anno Sensi è sceso in campo per appena 329 minuti: in totale 13 presenze (10 in campionato, due in Coppa Italia e una in Champions League) contro le 19 partite saltate. L'anno scorso, Sensi, ne giocò 19 e ne saltò 29: il totale fa 32 partite giocate (non sempre da titolare) e 48 saltate. L'uomo che doveva far svoltare il centrocampo dell'Inter, per ora, attende la svolta della sua carriera. Che, a oggi, sembra sempre più in ritardo sulla tabella di marcia.