Serie A – Lotito accerchiato, gli allenamenti ripartono il 4 aprile: la Lazio si arrende

Il presidente bianconceleste spingeva per anticipare la ripresa

di Antonio Siragusano

Una partita persa in partenza quella di Claudio Lotito, rimasto l’unico presidente in una battaglia senza storia. Il numero uno della Lazio, difatti, è risultato essere l’unico nel campionato italiano a voler anticipare i tempi per la ripresa degli allenamenti. Stando allo schieramento delle società italiane, il club biancoceleste non è stato appoggiato da altri club, per cui ben 19 squadre si sono trovate concordi a sposare la data del 4 aprile che verrà votata quasi all’unanimità in assemblea.

Del resto, con un comunicato diffuso alla stampa, la federazione dei medici sportivi qualche giorno fa era stata più che chiara: “E’ doveroso alla luce dell’attuale situazione di emergenza sanitaria raccomandare per le società professionistiche l’interruzione degli allenamenti collettivi almeno fino al 3 aprile”. Qualora realmente le squadre dovessero tornare in campo dal 4 aprile, come ribadito da La Gazzetta dello Sport vi sarebbero delle direttive da dover rispettare.

Allenamenti collettivi ancora banditi: i giocatori si alleneranno divisi in piccoli gruppi. Le sedute collettive, in cui si potrà tornare a esercitare anche la tattica, verranno rimandate di oltre dieci giorni: appuntamento al 15 aprile. Ovviamente, la date che verranno decise in assemblea, dovranno essere rispettate obbligatoriamente da tutte le società.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Inter, rispunta Tolisso. Pochettino esalta Lautaro, il Milan punta Musso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy