Accadde Oggi – 7 Giugno 1959: quando Angelillo disse 33

Quello dell’attaccante dell’Inter è un record ancora imbattuto per i campionati a 18 squadre

di Pasquale Formisano, @Formigoal

Tutti quelli che hanno conosciuto Antonio Valentin Angelillo, quando si ritrovano a parlare dell’ex attaccante dell’Inter, restituiscono un parere pressoché unanime: calciatore sublime frenato dalla vita sregolata.

Un assunto che, a guardare la carriera del calciatore, sembra avere molte fondamenta, soprattutto se si sofferma un occhio di riguardo sulla bacheca: una Coppa Italia vinta con la Roma, uno scudetto conquistato, ironia della sorte, con il Milan, anche se non da protagonista, zero titoli con la maglia dell’Inter.

Votato più alla vita notturna che a quella del sacrificio, in campo, con la maglia nerazzurra, ballò alla grande una sola stagione, ma lo fece in maniera sublime: nel 1958/59, infatti, l’attaccante argentino fu implacabile praticamente sempre, andando a segno 4 volte in Coppa Italia, 3 volte in Coppa delle Fiere ma, soprattutto, siglando la bellezza di 33 gol in 33 partite nel campionato di Serie A italiana, stabilendo un record per i tornei a 18 squadre che ancora oggi, a distanza di 61 anni, resiste e persiste.

La rete numero 33 arrivò il 7 giugno 1959, ai danni della Lazio.

Purtroppo la grandissima annata non trovò conferma nelle stagioni seguenti e quando Helenio Herrera fu chiamato da Angelo Moratti per costruire la squadra euromondiale il centravanti fu uno dei primi che fu messo sui binari di partenza. Si concluse quindi la sua carriera interista, senza trofei ma con un’impresa memorabile.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Da Barcellona la smentita sul fondo per l’acquisto di Lautaro. Cellino ammette: “Inter o Juve prossima destinazione di Tonali”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy