Belinelli: “Rimasi folgorato da Ronaldo, tifo Inter grazie a lui. Lukaku ha un fisico incredibile, mi ha fatto un bel regalo”

Belinelli: “Rimasi folgorato da Ronaldo, tifo Inter grazie a lui. Lukaku ha un fisico incredibile, mi ha fatto un bel regalo”

Il cestista italiano gioca oggi nei San Antonio Spurs

di Antonio Siragusano

Orgoglio italiano in NBA e colonna portante della nostra Nazionale di Basket, in molti non sanno che tra le altre cose Marco Belinelli è anche un noto tifoso dell’Inter. Proprio per questo motivo, nel giorno del derby d’Italia contro la Juventus, la guardia dei San Antonio Spurs è stata intervistata nel Matchday Programme di questa mattina, in cui racconta non solo le origini della sua passione verso il basket, ma anche da dove nasce il suo amore per i colori nerazzurri.

Questi i ricordi di Belinelli: “Amo giocare a basket, in campo sono me stesso, lì mi sono sempre espresso al meglio. Da che mi ricordo ho sempre desiderato diventare un giocatore NBA. Erano i primi anni ’90, e con mio fratello maggiore Enrico rimanevamo svegli la notte per guardare le partite. Sono sbarcato in NBA a 20 anni, ma non mi sono mai sentito arrivato, anzi. Ad oggi i ricordi più belli sono quelli del 2014: la vittoria della gara del tiro da 3 all’All-Star Weekend e la conquista del titolo con gli Spurs di Ginobili, Parker e Duncan. Bologna? E’ una ‘basket city’, per i bambini è naturale giocare a basket, però c’è qualcuno che mi ha letteralmente folgorato: Ronaldo. Aveva qualcosa di straordinario, grazie a lui ho iniziato a tifare Inter. Ho la sua maglia autografata appesa al muro accanto a quella di Kobe Bryant, che mi ha dato dopo la prima partita che abbiamo giocato uno contro l’altro. Due icone per me. Lukaku mi ha regalato la sua maglia autografata, un bellissimo regalo per me. Lui oltre ad essere un giocatore fortissimo ha un fisico incredibile. Mi auguro possa avere un impatto alla LeBron James, decisivo. So che anche Barella è un grande appassionato di Basket. Potremmo organizzare un campetto quando tornerò in Italia, un 3 vs 3: io, Lukaku e Barella e vediamo chi ci sfida. Il gruppo è fondamentale in una squadra che vuole essere vincente. Se non c’è la mentalità giusta, se non si va tutti nella stessa direzione, non si arriva da nessuna parte”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Inter-Juventus, le probabili formazioni: Lukaku verso il recupero, D’Ambrosio dal 1′

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy