Benitez: “Quando andai all’Inter non fecero gli acquisti promessi”. E rivela: “I senatori non volevano giocasse Coutinho”

Benitez: “Quando andai all’Inter non fecero gli acquisti promessi”. E rivela: “I senatori non volevano giocasse Coutinho”

Il tecnico si dimise qualche giorno dopo la vittoria del Mondiale per Club

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

Un’intervista alla BBC per ripercorrere tutti i momenti più rilevanti della sua carriera da allenatore. Compresa la parentesi all’Inter che – per quanto breve – ha consentito sia a lui sia ai nerazzurri di mettere in bacheca due trofei. Rafael Benitez, attuale tecnico del Newcastle, torna sui passi della sua esperienza nerazzurra per chiarire i motivi del suo addio alla società all’epoca presieduta da Massimo Moratti, che – a distanza di anni – rimane ancora un fatto controverso della stagione post-Triplete.

“Quando sono andato all’Inter mi avevano promesso degli acquisti, ma non comprarono nessuno – spiega Benitez – Se non lo fai, hai una crisi. Avevamo 15 giocatori di età superiore ai trent’anni, giocatori di 36, 37 e 38 anni. Quella squadra aveva avuto troppi infortuni. Alcuni giocatori non volevano realizzare che dovevano lasciare spazio per uno come Philippe Coutinho, che all’epoca aveva 18 anni. Giocatori reduci dal Triplete non riuscivano a capire perché Coutinho potesse trovare spazio davanti a loro”.

Dall’Inghilterra – L’Inter piomba su Alexis Sanchez! L’affare si può fare ad una condizione, ecco quale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy