Calciatori stressati dai calendari troppo fitti? Il Ministro Spadafora all’attacco: “Pensate agli infermieri di Codogno”

Calciatori stressati dai calendari troppo fitti? Il Ministro Spadafora all’attacco: “Pensate agli infermieri di Codogno”

Il Ministro dello Sport torna sulle polemiche dopo i rinvii delle partite di questo weekend

di Redazione Passione Inter

Botta e risposta continui in questa domenica in cui il calcio sta davvero passando in secondo piano. Con cinque partite rinviate, tra cui soprattutto il big match tra Juventus ed Inter, la polemica si sta infiammando e il Consiglio Federale straordinario convocato stamattina ha portato ad un nulla di fatto.

Nel pomeriggio, dunque, negli studi di Domenica In su Rai Uno è tornato a parlare il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora: “Sono le Leghe a decidere, noi abbiamo detto soltanto due cose: o rinviate o giocate a porte chiuse. La Lega Serie A è autonoma e può organizzarsi come vuole. Se ci sono squadre che si ritengono penalizzate, lo dicano nella sede della Lega. Il calendario può essere montato e smontato a loro piacimento. Ho letto che secondo qualcuno i giocatori potrebbero essere troppo stressati, nel caso in cui dovessero esserci partite troppo ravvicinate. Ecco, pensassero agli infermieri di Codogno che lavorano da giorni senza cambi.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Juventus-Inter, spunta l’ipotesi mercoledì. L’Inter e Marotta rispondono a Dal Pino, Carnevali: “Vogliamo giocare”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy