Calcio e Finanza – Il Meazza come Highbury: via il terzo anello e complesso utilizzabile 24 ore. Ecco la proposta “San Siro: NExt”

Calcio e Finanza – Il Meazza come Highbury: via il terzo anello e complesso utilizzabile 24 ore. Ecco la proposta “San Siro: NExt”

Uno studio di progettazione italiano ha ideato una nuova proposta per il futuro dello stadio

di Alexander Ginestous, @AGinestous

Tiene banco a Milano e non solo la questione relativa al prossimo stadio della città. I residenti del quartiere San Siro non vorrebbero un nuovo stadio per evitare, tra le altre cose, i lavori troppo ingombranti. A tal proposito, come riportato da Calcio & Finanza, lo studio di progettazione Principioattivo Architecture Group Srl, ha sviluppato negli ultimi giorni un book di analisi e una proposta di rifunzionalizzazione e rigenerazione dell’impianto milanese.

Il tutto si basa sul modello Highbury, ex stadio dell’Arsenal, e prenderebbe il nome di San Siro: NExt: “Inter e Milan stanno discutendo insieme al Comune di Milano l’ipotesi di demolire il glorioso stadio San Siro. E qui il punto del dibattito: San Siro è bellissimo. Lo era ancor di più prima della costruzione del terzo anello e delle torri, ed è la sua maestosità insieme alla sua linearità che lo hanno posto ai vertici della classifica degli stadi più belli del mondo. San Siro è Milano. In questo contesto si sta quindi consolidando l’idea di demolire lo stadio San Siro per realizzare un nuovo impianto sportivo più adeguato alle nuove esigenze di pubblico e di spettacolo. Che fine farà la memoria di Milano e uno dei suoi simboli più riconosciuti? – si è domandato lo studio, e prosegue – La rigenerazione urbana è un concetto che va di pari passo con quello di “consumo di suolo zero” e significa il recupero e la riqualificazione di parti di città degradate, aree che hanno perduto la loro funzione originaria attraverso interventi di sostituzione che limitino il consumo di territorio, salvaguardando gli aspetti ambientali e paesaggistici, ed iconici di una città”.

Ecco la risposta: “Il piano è quello di realizzare un complesso utilizzabile 24 ore al giorno, dotato di zona food-lounge, di un museo, di una palestra, di un’arena e sede di uffici su due livelli. Il tutto corredato da un prato multifunzione e un bosco. Tra le ipotesi ci potrebbe essere l’eliminazione del terzo anello con mantenimento della copertura, o il mantenimento dei soli primo e secondo anello del “Meazza”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

La carica di Skriniar: “Conte ci ha cambiato la mentalità, ora vogliamo vincere. Voglio un trofeo da capitano!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy