Conte-Marotta, dalla Juventus all’Inter: gli ex cercano lo sgambetto allo Stadium

Conte-Marotta, dalla Juventus all’Inter: gli ex cercano lo sgambetto allo Stadium

da Torino a Milano, la sfida di domenica sera sarà ricca di emozioni anche sulle tribune e in panchina

di Alfredo Novello

Arrivò alla Juventus nel 1991, dal Lecce, la squadra della sua città, quella che lo ha cresciuto calcisticamente. A 22 anni, Antonio Conte restò in bianconero per ben 13 anni diventandone poi il capitano, vincendo anche quella che ancora oggi resta l’ultima Champions League vinta dalla squadra di Agnelli. Poi arrivò il colpo a effetto: nel 2010 entrò a far parte della famiglia juventina anche Beppe Marotta, l’uomo della svolta come dicono a Torino.

Nel 2012, con l’arrivo di Conte da allenatore, la Juventus iniziò il suo rullo di marcia vincendo il primo scudetto degli ultimi otto. Ciclo su cui oggi, sia l’AD Marotta che il mister leccese, vorrebbero scrivere la parola fine con inchiostro indelebile a tinte nerazzurre. La loro colpa, più che l’addio alla Juventus, è aver scelto proprio l’Inter per cercare di spodestare la Signora dal suo trono dopo quasi un decennio.

Ebbene si, oggi entrambi fanno parte della famiglia interista, un “tradimento” a tutti gli effetti per i tifosi bianconeri. Quest’ultimi, domenica sera non potranno riservare ai loro ex l’accoglienza preparata da mesi causa porte chiuse per emergenza Coronavirus. Due ex che faranno ritorno allo Stadium, in una partita che vale moltissimo, a cui però bisognerà rinunciare al clima rovente, allo spettacolo sugli spalti e fuori. Distrazioni? Assolutamente no, come riporta Goal.comConte vuole fare lo sgambetto che attende dal lontano 2014, Marotta invece, vuole regolare i conti.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Conte: “Bisogna adattarsi alla situazione”. Le ultime in vista di Juventus-Inter. Niente Serie A in chiaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy