Erick Thohir: “San Siro deve essere la nostra casa”

Erick Thohir: “San Siro deve essere la nostra casa”

di

erick thohir

ERICK THOHIR: “Obiettivo è Europa, meglio se Champions”

Questa mattina si è tenuta l’assemblea dei soci che ha sancito la nomina del nuovo CdA nerazzurro, in conseguenza delle dimissioni dei Moratti e di Ghelfi (leggi qui). Al termine dell’assemblea Erick Thohir si è presentato in conferenza stampa, spiegando le ultime mosse della società interista, compreso il cambio d’allenatore. Queste le sue parole:

CDA – “Abbiamo completato il CdA e l’abbiamo reso molto forte. Ogni volta che si prendono decisioni è importante che venga fatto per il bene dell’Inter”.

CAMBIO ALLENATORE – Ogni decisione è stata presa in modo collettivo e negli ultimi giorni abbiamo fatto delle scelte non semplici, cambiando allenatore. L’obiettivo è l’Europa, poi se sarà Champions ancora meglio. Noi siamo contenti di Mancini per la sua esperienza, per il carisma: riteniamo sia in grado di raggiungere l’obiettivo in modo sostenibile. Abbiamo tre partite che ci aspettano, vogliamo prendere più punti possibili. Vogliamo essere certi di avere una base solida sul campo e fuori per tornare tra i top ten prima possibile”.

SITUAZIONE FINANZIARIA “Quando si gestisce un’azienda ci sono alti e bassi. Abbiamo degli obiettivi, a volte ce la si fa a volte no. Negli ultimi mesi abbiamo fatto molte cose, l’accordo con la Nike, l’intesa con la Lega. Per i costi, quando abbiamo fissato il budget per i calciatori avevamo delle idee. Adesso però abbiamo due allenatori. Ma i risparmi precedenti ci permettono di sostenere la situazione”.

MERCATO – “Per quanto riguarda il calciomercato,  ne parleremo con il mister, che è felice della squadra. E’ importante capire con lui nel corso delle prossime partite cosa pensa della rosa. ma già pensiamo di avere una buona squadra e Mancini è d’accordo. Siamo trasparenti con lui, gli abbiamo spiegato le regole del FFP, gli abbiamo parlato della nostra strategia. L’ho visto ieri sera, si rende conto benissimo del fatto che la nostra gestione si basa su decisioni collettive, è diverso rispetto al passato. Le nostre decisioni vengono prese per raggiungere EL o Champions. Continueremo a lavorare per i prossimi 5 anni, per il momento le cose vanno bene”.

PELLEGRINI – “Ho un ottimo rapporto con lui, lo saluto sempre cordialmente allo stadio. Ma non abbiamo parlato di un suo eventuale ingresso. Sono felice quando sento che qualcuno vuole sostenere l’Inter, è importante capire che l’Inter è una famiglia. Anche il sostegno dei tifosi è importantissimo, devono far parte di tutta la catena. Anche per un allenatore esperto come Mancini non è facile arrivare in questa situazione. Mi fa piacere che la gente voglia dare il proprio sostegno all’Inter”.

SAN SIRO E TIFOSI – L’Inter è una società ultracentenaria e San Siro deve essere la nostra casa: quando giochiamo in trasferta la squadra è più rilassata, a casa si sente sotto pressione e questa cosa va cambiata. San Siro deve essere casa nostra, per me che vengo da fuori è un sogno andare a San Siro, così come molte persone che viaggiano per andare allo stadio. Devono divertirsi e sostenere la squadra quando le cose vanno bene o male. La dirigenza vuole fare il bene dell’Inter, nessuno qui ha interessi personali. Conosco la storia di ognuno dei dirigenti, potete controllare la loro credibilità. Adesso è il momento di sostenere la squadra. Contro il Milan non sarà una vera trasferta e i miei uomini mi dicono che ci saranno moltissimi interisti allo stadio per sostenere la squadra. La Serie A non è facile, c’è molta tattica, ma l’Inter merita di tornare in testa e vogliamo fare punti in ogni partita”.

LEGGI ANCHE – UFFICIALE, ECCO IL NUOVO CDA DELL’INTER

LEGGI ANCHE – MERCATO, L’INTER CORTEGGIA UN GIOCATORE DELLA SAMP

Follow @VenerusoLuca erick thohir

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy