Figo: “All’Inter sono andato perché cercavo la felicità. Mourinho tra i migliori allenatori avuti”

Figo: “All’Inter sono andato perché cercavo la felicità. Mourinho tra i migliori allenatori avuti”

L’ex calciatore portoghese ha ripercorso le tappe più importanti della carriera

di Antonio Siragusano

E’ tempo di ricordi per Luis Figo, intervistato sulle pagine del noto quotidiano sportivo spagnolo Marca. L’ex esterno portoghese, che all’Inter ha chiuso la sua esperienza vincente da calciatore, ha riaffrontato le tappe che hanno segnato in maniera significati va la sua carriera da top player. Dal suo arrivo in Spagna, al passaggio non senza polemiche da Barcellona a Madrid. Sino ad arrivare allo sbarco a Milano, dove ha trovato la felicità che cercava per chiudere nella maniera più giusta la sua avventura. Ecco alcuni estratti significativi.

CLUB – “Quando fai un cambiamento, pensi sempre al meglio. Il mio primo grande cambiamento fu quando lasciai il Portogallo per la Spagna, ero molto giovane e l’ho fatto per provare una nuova esperienza che mi desse più prestigio. Nel secondo, ero in cerca di riconoscimento, cercavo di migliorare in tutti gli aspetti: economicamente, prestigio, titoli… E l’ultimo, già all’Inter, cercavo la mia felicità nel calcio”.

ALLENATORI – “Ho avuto la fortuna di allenarmi con Cruyff, che per me è stato un maestro in termini di filosofia e concetto. Queiroz è stato il mio allenatore in Nazionale, poi l’ho incontrato in altre tappe Madrid o nella stessa nazionale, anche Del Bosque o Mourinho nell’Inter, è difficile sceglierne una perché tutte sono state importanti per me”.

ESCLUSIVA – Rubén Sosa: “Icardi? Con Bergomi era un’altra cosa. Vi svelo il segreto delle mie punizioni”. E su San Siro…

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy