INTER FEMMINILE – Marinelli segna ed ispira: anche il Real Meda è battuto. Le chicas dettano legge

INTER FEMMINILE – Marinelli segna ed ispira: anche il Real Meda è battuto. Le chicas dettano legge

Settima vittoria di fila per la squadra di Wergifker, che ora stacca il Meda di ben 7 punti. L’Orobica Bergamo vince e resta a -3

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

L’Inter fa la voce grossa: dopo aver rubato il trono di capolista al Real Meda solo due settimane fa, va a prendersi i tre punti proprio a Meda, chiarendo la propria leadership nel gruppo. L’impressione è di vedere una squadra di un’altra categoria che, dopo gli stenti delle prime partite, ha definitivamente deciso cosa fare del proprio futuro. Il Meda è una delle squadre più temute del girone eppure, dopo essere andato sotto, non è mai riuscito a mettere davvero in difficoltà la Beneamata. Settima vittoria consecutiva che vale molto di più di tre punti, per classifica, morale e convinzione nei propri mezzi, meglio di così era difficile davvero chiudere l’anno. Da annotare: in tutto il 2017 l’Inter non ha perso una sola partita. E’ bene ricordare infine che sia l’Orobica che il Milan possono, seppur solo potenzialmente, raggiungere le nerazzurre in vetta, qualora dovessero vincere le partite che devono recuperare (una partita in meno per l’Orobica e tre per il Milan rispetto all’Inter, che riposerà fra un turno).

LA FORMAZIONE (4-2-3-1): 21 Cappelletti; 3 Chiggio, 22 Santi, 6 Locatelli, 30 Merlo; 8 Brustia, 16 Regazzoli; 11 Marinelli, 23 Rognoni, 10 Bonfantini; 9 Baresi

LA PARTITA: E’ sorprendente il cinismo con cui l’Inter annienta l’avversario, mettendo le cose in chiaro già dopo poco più di un minuto: il Meda perde un pallone in uscita, Marinelli serve Bonfantini che supera il portiere avversario e scarica in rete. Non è la prima volta che la squadra di Wergifker sblocca il match poco dopo il fischio d’inizio, per poi addormentare il gioco, correndo meno rischi possibile. Al 5′ minuto è geniale il pallone con cui Baresi, di prima intenzione, taglia fuori l’intera difesa mandando Marinelli a tu per tu contro il portiere, che però compie un autentico miracolo. Al 18′ Marinelli si beve la diretta avversaria con una doppia finta all’interno dell’area, ma il suo tiro è debole e centrale. Al 20′ Rognoni raccoglie un pallone vagante al limite dell’area e calcia fuori di poco. Brustia al 27′ lascia partire un bolide dai 25 metri che sfiora la traversa. Al 29′ Cappelletti rischia di combinarla grossa calcolando male il tempo in un’uscita spericolata fino alla trequarti: pallonetto dell’attaccante avversario e pallone fuori di un soffio.

Nel secondo tempo l’Inter raddoppia immediatamente dopo soli 7 minuti: cross di Merlo dalla trequarti, inserimento di Marinelli che prende il tempo all’avversario e spedisce all’angolino di testa. Il gol è una mazzata per la squadra di casa, che prova si a reagire, ma riuscendo solamente a guadagnare metri senza mai rendersi pericoloso dalle parti di Cappelletti,  spettatore non pagante della partita. Al 28′ Bonfantini riconquista con caparbietà un pallone ormai perso in fascia, consegnandolo a Baresi che a sua volta libera Marinelli al tiro: fuori di un niente. Ancora la scatenata numero 11 al 38′ si beve in fascia la diretta avversaria, entra in area e scarica con potenza un tiro che viene deviato dal portiere sulla traversa. Al 40′ Rognoni raccoglie un cross di Pandini, ma tira addosso al portiere da pochi passi.  A tre minuti dal 45′ è Regazzoli a sfiorare il terzo gol sul cross di Brustia. Nel terzo minuto di recupero Ambrosetti lascia partire un tiro dalla lunghissima distanza che per poco non beffa il portiere avversario.

MIGLIORE IN CAMPO: E’ il giorno di Gloria Marinelli. La numero 11 è davvero ispirata, e dopo solo un minuto manda in porta Bonfantini che sblocca il match. Legge bene le intenzioni di Merlo andando a rubare il tempo all’avversaria per insaccare il 2 a 0. Manda in tilt la difesa avversaria, potrebbe incrementare il bottino in più di un’occasione, ma nelle altre conclusioni non è fortunata.

PROSSIMA PARTITA: Si ripartirà domenica 7 gennaio con InterMarcon. I patavini questo turno hanno riposato, e la scorsa giornata sono riusciti ad imporsi sul Real Meda per 2 a 0. Le chicas dovranno riconfermarsi ancora una volta, anche perchè nella giornata successiva dovranno rispettare il turno di riposo, correndo così il rischio di essere raggiunte dalle dirette avversarie. Da segnalare due scontri diretti nella stessa giornata: il Meda farà visita al Milan, mentre l’Orobica Bergamo affronterà l’Azalee. Nel turno successivo poi, è prevista Real Meda-Orobica: in due settimane si vedrà chi lotterà fino alla fine per la promozione.

CLASSIFICA
SQUADRA PT G V N P F S DR MI
INTER 27 11 8 3 0 43 6 37 6
OROBICA BERGAMO 24 10 8 0 2 19 11 8 4
REAL MEDA 20 10 6 2 2 18 5 13 0
MILAN LADIES 18 8 5 3 0 18 7 11 2
AZALEE 17 9 5 2 2 21 5 16 0
FIAMMAMONZA 13 10 3 4 3 19 13 6 -7
RIOZZESE 13 10 3 4 3 15 15 0 -7
MARCON 13 10 4 1 5 19 15 4 -7
PADOVA 12 10 3 3 4 17 18 -1 -8
SASSARI TORRES 9 10 2 3 5 9 15 -6 -11
COMO 8 11 2 2 7 8 23 -15 -15
ATLETICO ORISTANO 4 9 1 1 7 4 33 -29 -15
CAPRERA 0 10 0 0 10 4 48 -44 -20

IL SUPER GOL IN ROVESCIATA DI AGNESE BONFANTINI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy