Inter, la panchina di Spalletti traballa: per ora fiducia confermata, ma Parma sarà determinante

Inter, la panchina di Spalletti traballa: per ora fiducia confermata, ma Parma sarà determinante

Dopo la sconfitta contro il Bologna riflessioni in società: la sfida di sabato sera sarà fondamentale

di Simone Frizza, @simon29_

Traballa pericolosamente, come mai veramente successo prima d’ora, la panchina di Luciano Spalletti. Il tecnico nerazzurro, infatti, è salito (come prevedibile) sul banco degli imputati dopo la clamorosa sconfitta interna contro il Bologna (che non vinceva da settembre e, in trasferta, addirittura da dicembre 2017). La sua Inter appare entrata in una crisi senza fine, nella quale tante componenti che l’avevano portata ad essere saldamente terza non funzionano più come dovrebbero: l’attacco, il gioco, i leader tecnici.

Spalletti, Parma-Inter è decisiva per il futuro

In seguito alla sconfitta di ieri sera ci sono stati due faccia a faccia della durata di circa un’ora complessiva: il primo tra la dirigenza e Spalletti stesso, mentre il secondo racchiuso solo all’interno del management. Per ora, come filtrato, la fiducia al tecnico è ancora intatta e non c’è un concreto rischio di esonero. Però, la società si aspetta un cambio di passo già a partire dalla gara contro il Parma, che deve rappresentare sia il ritorno alla vittoria dell’Inter che il ritorno a giocare un calcio quantomeno accettabile.

Spalletti-Inter, le ipotesi future in caso di addio

Un esonero in corsa di Luciano Spalletti appare comunque un’ipotesi remota e perseguibile solo in caso di debacle definitiva, anche solo a causa dei possibili sostituti momentanei. La stagione è ancora nel vivo, l’Inter è ancora in corsa per due obiettivi e rinunciare all’esperienza di un tecnico come lui per affidare la panchina a qualcuno di sicuramente più inadeguato o inesperto sarebbe un rischio troppo grande. L’unico nome circolato nelle ultime ore, per il quale però non sono arrivate conferme, è quello dell’ex nerazzurro Esteban Cambiasso.

Per il futuro, invece, il nome più caldo rimane quello di Antonio Conte, grande pupillo della proprietà Suning che potrebbe cercare finalmente di coronare il sogno di portarlo a Milano dopo i corteggiamenti, vani, risalenti all’estate del 2017.

LEGGI ANCHE – I Top&Flop di Inter-Bologna 0-1

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy