Le PAGELLE di Inter-Parma: Candreva ancora decisivo, Lukaku si salva solo per il gol. Male Brozovic e Godin

Le PAGELLE di Inter-Parma: Candreva ancora decisivo, Lukaku si salva solo per il gol. Male Brozovic e Godin

I voti e giudizi del match di San Siro, valido per la nona giornata di Serie A

di Raffaele Caruso

HANDANOVIC 6 – Dopo pochi minuti è sollecitato dalla distanza da un grande tiro di Dermaku, sui gol di Karamoh e Gervinho può fare veramente poco. Nessun pericolo invece nella ripresa.

SKRINIAR 6 – Il più in palla sicuramente dei 3 lì dietro. Spesso riesce a convertire l’azione difensiva in offensiva, nel secondo tempo prova anche il jolly dalla lunga distanza.

GODIN 5 –  Sbaglia uscita su Karamoh che lo lascia sul posto con uno sombrero nel gol dell’1-2. Torna al centro della difesa, rimpiazzando de Vrij ma fallisce un’importante occasione per mettersi in mostra. Lo sa bene anche lui che esce dal campo stizzito dopo il cambio scelto da Conte.

65 ‘ DE VRIJ 6 – La sua assenza lì dietro si fa sentire eccome. Torna in campo nel finale di gara, garantendo sempre la sua solidità e pulizia difensiva.

BASTONI 5,5 –  Sicuramente non una delle migliori partite per il giovane difensore che contro la sua ex squadra soffre la velocità degli attaccanti ducali.

CANDREVA 7 –  Dopo il gol contro il Borussia, si ripete anche in campionato sbloccando il match con un po’ di fortuna. Paga  anche lui un po’ di stanchezza fisica, non è così straripante sulla destra come nelle ultime uscite. Lucidissimo sull’azione del 2-2 nel servire a pochi metri dalla porta Lukaku.

GAGLIARDINI 6 – Ha sui piedi il pallone del potenziale 1-0 ma il suo tiro viene respinto in corner da Sepe. Non sfigura, ma la sua partita non evidenzia particolari lampi.

84 ‘ POLITANO S.V 

BROZOVIC 5 –  Il suo errore costa carissimo facendo rientrare il Parma in partita: Karamoh intercetta un passaggio di Brozovic all’indietro e dopo una grande azione personale, batte Handanovic con un bellissimo destro. Ma non solo perché il croato cicca clamorosamente la palla anche nell’azione dell’1-2, mancandola di testa. Si riscatta parzialmente nel gol del 2-2 servendo Candreva sulla linea del fuorigioco.

BARELLA 6 – Prende dopo pochi minuti un’ammonizione che sembra non esserci. Come sempre corre tanto in mezzo al campo, a volte si intestardisce troppo e perde palloni preziosi.

BIRAGHI 5 – Torna titolare con Conte che lo preferisce ad Asamoah, spinge tanto ma non riesce mai ad essere pungente. Cala nella ripresa con errori anche grossolani.

LAUTARO 5,5 –  Sicuramente non è brillante come nelle ultime uscite ma è il più pericoloso dei nerazzurri. Sfiora il gol con un colpo di testa, si vede negare un calcio di rigore dubbio dopo un grande numero all’interno dell’area di rigore. Duetta con Lukaku ma l’intesa non sembra essere ancora delle migliori.

72′ ESPOSITO 6 –  Dopo l’esordio in Champions League, arriva anche l’esordio in Serie A in una partita difficile come quella di oggi. Pochi palloni per lui giocabili, rimedia anche un cartellino giallo per una gomitata.  Nel finale va vicino al gol del 3-2 che avrebbe fatto cadere giù San Siro.

LUKAKU 5,5 – Sbaglia praticamente quasi ogni pallone toccato nel primo tempo. Non riesce ancora ad ingranare, si salva parzialmente solo per il gol del 2-2 quando si fa trovare pronto al posto giusto nel momento giusto a pochi passi dalla porta. Ma da lui ci si aspetta qualcosa di più, è arrivato ora il momento di dimostrarlo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy