Longhi: “Mercato Inter? Si dovrà puntare su un attaccante consolidato. San Siro non è obsoleto”

Longhi: “Mercato Inter? Si dovrà puntare su un attaccante consolidato. San Siro non è obsoleto”

Inter e Milan stanno lavorando per un nuovo stadio da condividere, con conseguente abbandono del Meazza

di Paolo Messina

Il campionato di Serie A è pronto a vivere diverse partite di spessore per quanto concerne la lotta Champions. I due posti a disposizione, considerando già scontati quelli di Juve e Napoli, si giocano sull’asse Milano-Roma. Inter, Milan, Roma e Lazio, dovranno giocarsi tutte le carte a disposizione nella volata finale. Particolare attenzione deve essere data alla sfida di San Siro, dove nerazzurri e biancocelesti potrebbero spostare l’ago della bilancia.
Tra i temi della giornata, a Radio Sportiva non poteva mancare l’analisi al periodo dell’Inter e, più in generale a quanto offre la partita di domani. Icardi pronto a ritorno spicca nel commento di Bruno Longhi: “Ci sono buone possibilità che giochi uno spezzone di partita contro la Lazio, superano il 60%. Dovrebbe entrare a mezz’ora-venti minuti dalla fine. Per il resto, il cerchio dovrebbe essersi chiuso: lo spogliatoio chiedeva che la fascia non fosse più sul braccio di Icardi e che Wanda Nara fosse silenziata. A quanto pare, le cose stanno andando in questo senso. Le voci che sento dall’ambiente interista dovrebbero prevedere l’addio di Icardi a fine stagione”.
Altra opinione del collega relativa ad un possibile cambio in attacco sul mercato: “Siccome Lautaro Martinez è un fiore che sta per sbocciare, devi avere anche un altro attaccante. Sempre che Icardi vada via a fine stagione. L’Inter dovrà puntare su un attaccante consolidato e Dzeko è un’ipotesi interessante”.
Ultimo spezzone dell’intervista relativo alla questione stadio Meazza: “Ho sempre qualche riserva che con lo stadio di proprietà si vincano i campionati. Nella Juventus, fino a che punto lo Stadium ha inciso nel successo tecnico? Non si pensi che con lo stadio di proprietà si abbia la garanzia di vincere… San Siro è uno dei luoghi storici di Milano e tre anni fa è stato teatro della finale di Champions League: non è uno stadio obsoleto o da abbattere, ma solo che ha bisogno di un piccolo restyling”.

CdS – Verso Inter-Lazio: Keita scalpita, Spalletti alle prese con un ballottaggio a centrocampo

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy