Longo: “E’ stato bellissimo giocare con la maglia dell’Inter. Da piccolo guardavo Ronaldo e…”

Longo: “E’ stato bellissimo giocare con la maglia dell’Inter. Da piccolo guardavo Ronaldo e…”

Samuele Longo ricorda la sua esperienza vissuta in maglia nerazzurra

di Nunzio Corrasco, @ncorrasco
intervista longo

Con la maglia dell’Inter non è riuscito ad affermarsi, ma della squadra nerazzurra conserva sempre ottimi ricordi: stiamo parlando di Samuele Longo, oggi in prestito al Tenerife, L’attaccante ha ripercorso in una lunga intervista a El Dia le tappe più importanti della sua carriera.

INIZI – “Ho visto Ronaldo e rimasi impressionato. Iniziai a giocare a casa, poi nella squadra del paese. Il mio sogno era quello di diventare come lui”.

IL PASSAGGIO ALL’INTER – “Avevo un po’ di paura all’inizio, ma il mio obiettivo era quello di giocare. Andando in un club come l’Inter però, avrei rischiato di non ottenere minutaggio. Quando i nerazzurri mi hanno chiamato, è stato bellissimo. Nell’ultimo anno lì abbiamo vinto il campionato Primavera e la Next Generations Series. Siamo stati i primi ad ottenere questo risultato”.

ESPANYOL – “Da loro ho vissuto una delle esperienze migliori della mia carriera. Sono andato lì con l’obiettivo dei bambini: volevo giocare. Avevo grande entusiasmo e, pur non conoscendo la lingua, sono stato accolto benissimo. Con Pochettino giocavo sempre, poi è arrivato Aguirre ed ho giocato meno: mi sono infortunato. Non è vero che ho chiesto a Coutinho se andare lì o meno, l’ho chiesto a Samuel perché conosceva Pochettino, ma conoscevo poco il club e la Liga”.

TENERIFE – “Ho scelto di restare in Segunda Division per giocare. Avevo altre ipotesi, ma ormai era troppo tardi e ho scelto di trasferirmi qui. Spero di giocare in Liga e di continuare con la stessa squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy