Lucio: “Trasferirmi alla Juve? Non fu una grande scelta. L’Inter può lottare per lo scudetto”

Lucio: “Trasferirmi alla Juve? Non fu una grande scelta. L’Inter può lottare per lo scudetto”

Le parole dell’ex difensore dell’Inter sulla lotta scudetto e il passato alla Juve

di Martina Napolano, @OnlyLoveINTER

Lucio, ex difensore di Inter e Juve, ha parlato a Ilbianconero.com del suo passato, della lotta scudetto e dei suoi connazionali che ora giocano in bianconero. Ecco le sue parole:

TRASFERIMENTO ALLA JUVE  –Il trasferimento alla Juventus è stato molto positivo anche se sono rimasto solo 6 mesi, ma comunque ho vinto una Supercoppa“.

SOCIEDADE ESPORTIVA DO GAMA – È una esperienza differente ma ho ancora una grande voglio di giocare a calcio. Amo questo sport e mi ha motivato a giocare. Ora sto conoscendo questo nuovo ambiente per giocare a gennaio. Come dicevo, tornare al calcio professionistico è una grande allegria. Poter contribuire per la squadra e la città di Brasilia, valorizzando il calcio e lo sport in generale aiutando anche sul piano sociale, è bellissimo. Questi sono i principali obiettivi“.

JUVE ED INTER – Juve ed Inter molte volte iniziano male in campionato ma poi si riprendono, sono due club di tradizione e con nomi di qualità. Soprattutto la Juve che ha vinto anno dopo anni e che ha una grande forza. La Juve può recuperare benissimo in Serie A, l’Inter è prima e hanno entrambe la possibilità di vincere lo scudetto“.

SCUDETTO –  Credo che sarà sempre tra le tre che stanno lottando in vetta in questi anni: come il Napoli, che anno dopo anno che ha lottato per posizioni e per arrivare in vetta. Sarà tra le prime tre, ma anche il Milan è un grande squadra ma sta attraversando un momento molto negativo“.

I SUOI CONNAZIONALI – “E’ una decisione del tecnico, ma tutti conoscevamo la qualità di Douglas Costa e Alex Sandro. Sappiamo che sono due giocatori costantemente convocati dalla Seleçao, conosciamo le loro qualità ed è sicuramente una decisione insolita dell’allenatore”.

CALCIO ITALIANO – Senza dubbi il calcio italiano vive un momento difficile, con la nazionale che non è riuscita a qualificarsi nonostante la base difensiva sia quella della Juventus campione. E’ senza dubbi una una delusione, una tragedia, per un Paese che ama il calcio e che ha tifosi davvero innamorati di questo sport. Questa tristezza indubbiamente ricade anche sui giocatori nei propri club e magari anche questo è stato uno dei fattori che ha condizionato finora la Juventus“.

GLI ADDII DA JUVE ED INTER – “Nel 2012 l’Inter ha deciso riformulare l’organico e purtroppo non ho potuto continuare lì. Ricordo ancora bene che uno dei dirigenti era Branca, è stato un grande errore della società poiché da quell’anno in poi non ha vinto più niente e si è dovuta accontentare dell’Europa League che per una società del genere è sempre poco. E’ stato un errore lasciar partire molti giocatori, in tanti andammo via: Eto’o, Julio Cesar, Maicon ecc.. Ripeto: è stato un grande errore. Per me poi alla fine è apparsa la possibilità di andare alla Juve, che però non è stata una grande scelta. Ora sono pronto a ripartire, credo in questo nuovo progetto“.

LEGGI ANCHE –> SOCIAL – RANOCCHIA: “TESTA ALTA E SGUARDO AVANTI”

LEGGI ANCHE –> SPALLETTI BOCCIATO CONTRO IL PORDENONE

INTER BELLS VERSIONE EPIC

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy