Marchisio: “Inter-Conte? Avrebbe un impatto forte. Vi racconto l’Inter-Juve dell’anno scorso. Icardi? Con Dybala formerebbe una coppia incredibile”

Marchisio: “Inter-Conte? Avrebbe un impatto forte. Vi racconto l’Inter-Juve dell’anno scorso. Icardi? Con Dybala formerebbe una coppia incredibile”

Il centrocampista ha vinto il campionato russo alla sua prima stagione con lo Zenit

di Alexander Ginestous, @AGinestous

Volato in Russia, allo Zenit San Pietroburgo, dopo essersi congedato dalla Juventus, il centrocampista Claudio Marchisio si è concesso ad un’intervista per il quotidiano Tuttosport in cui ha parlato anche del possibile approdo di Antonio Conte sulla panchina dell’Inter.

Ecco le sue parole: “Conte-Inter? Non mi farebbe impressione, è un professionista. Potrebbe avere un forte impatto, perché quando c’è da ristrutturare si trova sempre bene. Le bandiere sono sempre più rare. E gli stessi che si lamentano di questo sono poi quelli che ogni anno vorrebbero cambiare 10 giocatori su 11 della propria squadra. Di Conte mi ricordo un discorso che ci fece in spogliatoio alla prima giornata. Venivamo da un’estate difficile, dopo due settimi posti eravamo in discussione tutti, per questo lavorammo tanto e duramente. Nel precampionato avevamo sofferto molto, ma in quella partita contro il Parma tutto sembrava andare bene: gran caldo, ma noi in vantaggio per 1-0, andiamo negli spogliatoi. Siamo lì che ci rinfreschiamo e siamo di buon umore, arriva Conte gridando il nome di ognuno di noi e aggiungendo: puoi dare di più! Eravamo sconvolti, volevamo dire: mister, ma stiamo vincendo… Eppure in quel momento ci ha fatto capire che non potevamo mai mollare, mai cedere un centimetro. E’ stato uno dei momenti più importanti e fondanti del ciclo”.

Su un possibile trasferimento di Icardi alla Juve – “E’ uno alla Trezeguet, senso del gol fuori dal normale, ma proprio come David dipende molto dalla squadra. Lui e Dybala formerebbero una coppia strepitosa. Anche anagraficamente parlando”. 

Su Inter-Juve dell’anno scorso – “E’ stato lo scudetto più sofferto. Al 70’ di Inter-Juventus ero in panchina e mi veniva da piangere, dicevo: ecco, questo è il momento in cui finisce il ciclo, siamo in superiorità numerica e stiamo perdendo. Poi ha segnato Cuadrado e da lì ho iniziato a crederci”. 

ESCLUSIVA – Damiani: “Radu potrebbe rimanere al Genoa. Karamoh? Tornerà all’Inter a fine stagione, poi…”


Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy