Milito: “Il derby è una partita speciale ed unica. Triplete? Fortunato a far parte di quel gruppo. E su Mourinho…”

Milito: “Il derby è una partita speciale ed unica. Triplete? Fortunato a far parte di quel gruppo. E su Mourinho…”

Il Principe si è concesso ai microfoni del Corriere dello Sport a pochi giorni di distanza dal derby di Milano

di Raffaele Caruso

Il suo nome sarà sempre scolpito nel cuore e nell’immaginario collettivo di tutti i tifosi nerazzurri. Inevitabile per quello che ha fatto vedere nei suoi anni a Milano. Inevitabile per ciò che ha permesso di vincere all’Inter.

Diego Alberto Milito è stato intervistato dal Corriere dello Sport a pochi giorni di distanza dal derby di Milano in programma domenica sera a San Siro: “Sarà una partita molto equilibrata. Sono sempre così i derby. Sono partite uniche ed eccezionali. Si vince con la concentrazione, con la grinta più che con la classe. Sono partite chiuse e i particolari fanno la differenze nel risultato”.

Il derby più bello: “Il primo che ho fatto a San Siro. Il 4-0 è stato sicuramente uno dei più belli. Giocammo una grande gara”.

Chi deciderà il derby?Spero possa farlo Lautaro Martinez. Lo conosco, è un ragazzo fantastico. Anche dall’altra parte ci sono grandissimi giocatori. Personalmente spero nessuno del Milan. Ma i rossoneri possono fermare l’Inter se non sarà concentrata. Tra i milanisti citerei Higuain e Suso”.

L’Inter del Triplete: “Eravamo veramente un grandissimo gruppo. Non solo campioni ma belle persone. Come giocatori eravamo un gruppo straordinario e avevamo un sogno: vincere la Champions. Io sono arrivato all’Inter e mi hanno fatto subito capire che l’obiettivo era vincere la coppa e questo abbiamo fatto. Mi sono sempre sentito fortunato a far parte di quel gruppo straordinario. Ragazzi con un grande cuore, grinta e con grande talento. Abbiamo fatto una cosa bella che resterà non solo per sempre nella storia dell’Inter ma anche in quella del calcio”.

Su Mourinho:E’ l’allenatore che dice la parola giusta nel momento giusto. Capisce i momenti, è un allenatore che riesce a tirare fuori il massimo da ogni giocatore. Questo non è da tutti. E’ uno dei migliori al mondo, poca storia”.

Il gol più bello della carriera: “Per bellezza e per importanza sicuramente il secondo al Bernabeu nella finale di Champions League. Anche quello con la Roma in finale di Coppa Italia è stato molto bello”.

LEGGI ANCHE —HIGUAIN: “ICARDI E’ UN ASSASSINO, ECCO COSA GLI RUBEREI. E SU SKRINIAR-DE VRIJ…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

VIDEO – Wanda Nara hot: il filmato notturno manda in tilt i social

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy