Sconcerti: “Senza Icardi all’Inter si stanno impegnando molto più di prima. Tutti uniti verso il risultato”

Sconcerti: “Senza Icardi all’Inter si stanno impegnando molto più di prima. Tutti uniti verso il risultato”

Abisso nel finale di gara annulla la quinta vittoria consecutiva nerazzurra tra campionato e coppa

di Raffaele Caruso

Mario Sconcerti, noto giornalista, sulle colonne del Corriere della Sera ha analizzato la prestazione della squadra nerazzura fornita ieri sera al Franchi contro la Fiorentina, tralasciano la direzione di gara di Abisso che ha lasciato tanto desiderare: “Una partita molto emotiva, quasi soltanto fisica, inutile da decifrare tecnicamente. Poteva finire in qualunque modo. Il dato finale sono i 2 punti che Milan e Roma tolgono al vantaggio dell’Inter, per il terzo posto in pratica si ricomincia. Giudicando adesso il Milan sembra avere qualcosa di più come ordine, regola di gioco, crescita delle individualità. È stata buona anche l’Inter ma con un passo in meno. L’impressione è che la squadra sia in attesa di chi metta forza e un po’ di sfacciataggine, l’Inter è una squadra educata, è come si allenasse sempre, mai completamente dentro la partita”.

Il caso Icardi. “Tutti i giocatori aspettano come si chiuderà il caso Icardi. Si stanno impegnando molto più di prima. È piacevole vedere adesso un’Inter tutta unita verso il risultato. Vuol dire che c’è qualità, ma anche che quella qualità è stata più misurata in altri tempi. Non se ne esce con una sola decisione, fuori o dentro. Icardi è solo il sintomo più grosso di una gestione innamorata, quasi anarchica, dove i giocatori sono più dei vezzi che atleti da cui pretendere. Se ne esce dando esempi, trattando tutta la squadra in base a regole definite. I giocatori amano avere disciplina, avere orari, padroni esigenti, regole nel divertimento. Amano meno rispettarle, ma rispettano chi le dà. Icardi non è mai stato un caso personale, con o senza Wanda. Il problema è la divisione che provoca tra giocatori. Ora la prova di forza si prosegue riportandolo a giocare, costringendolo a giocare e poi a trattare, perché i nemici sono tornati alle porte”.

Wanda Nara a Tiki Taka sul caso Perisic-Politano: “Quello è rispetto? Icardi prova grande dolore”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy