Wanda Nara al veleno: “Mauro poco servito dai compagni, ma è sempre colpa sua. Questione contratto non c’entra con lo 0-0”

Wanda Nara al veleno: “Mauro poco servito dai compagni, ma è sempre colpa sua. Questione contratto non c’entra con lo 0-0”

La moglie e manager di Icardi ha partecipato a Tiki Taka come ospite fisso

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

Intervenuta, come di consueto, nelle vesti di ospite fisso a Tiki Taka, programma televisivo in onda su Canale 5, Wanda Nara, moglie e agente di Mauro Icardi, ha commentato la partita di Maurito contro il Sassuolo, caratterizzata negativamente da una prestazione senza gol del giocatore: “La partita non l’ho vista, ma non ho perso molto, mi pare. E’ stato poco servito dai compagni, può capitare – dichiara – Poi Icardi è sempre il colpevole di tutto, è il capitano e ci sta”, aggiunge poi sarcasticamente.

Le viene poi chiesto se la situazione contrattuale del giocatore possa influire sul suo equilibrio personale e su quello ancora più sottile dello spgoliatoio: “Prima di tutto, un campione come Mauro la pressione non la sente – afferma WandaNon penso che la squadra stia male se Icardi non ha ancora rinnovato il contratto”.

Immancabile un commento sull’iniziativa BUU, Brothers Universally United: “C’erano anche i miei figli. Mi hanno detto che è stata un’esperienza bellissima, i cori dei bambini sono stati una cosa davvero genuina, una grande esperienza”.

“Higuain? – continua poi Wanda Nara, intervenendo nel dibattito sulla situazione dell’attaccante connazionale di Icardi – Si vedeva da tempo che non stava bene al Milan.. E’ molto meno freddo di Mauro, basta rivedere il derby o la partita contro la Juventus. Anche con la Nazionale argentina ha sofferto la pressione, in alcune partite”.

LEGGI ANCHE – GRAZIANI, ATTACCO FRONTALE NEI CONFRONTI DELL’INTER!

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

OSVALDO TORNA A MILANO: MA E’ PER UN CONCERTO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy