Wanda Nara: “Sì, l’Italia aveva provato a convocare Icardi. Non vogliamo lasciare Milano”

Wanda Nara: “Sì, l’Italia aveva provato a convocare Icardi. Non vogliamo lasciare Milano”

La moglie-agente del capitano dell’Inter in una lunga intervista a Telefe

di Redazione PI
wanda nara icardi

Ospite speciale presso la storica trasmissione argentina di Susana Gimenez su Telefe, Wanda Nara a cuore aperto ha parlato a 360 gradi della sua vita e naturalmente del capitano nerazzurro Mauro Icardi.

IL RUOLO DI MANAGER – Come molti sanno Wanda Nara non solo è la compagna di vita di Icardi ma porta anche avanti i suoi interessi essendone il manager. Proprio di questa nuova veste ha parlato per gran parte dell’intervista raccontando: A Milano parlo per lo più in Italiano ma sto imparando l’Inglese perché i contratti di Mauro sono in quella lingua. Non era in programma che io diventassi la sua manager, in quel periodo lui aveva il suo in scadenza e mi ha chiesto di contattare il Presidente per dirgli che dovevamo trattare il rinnovo di contratto. Inizialmente non ero sicura se era il caso di iniziare quest’attività ma poiché me la cavavo bene abbiamo preso questa decisione. Ora i guadagni di Mauro sono aumentati moltissimo ma questo è dovuto soprattutto al suo talento“.

Questa nuova veste lavorativa influisce molto nella vita familiare: “Non mi prendo commissioni come agente, quello che si guadagna poi resta in famiglia, siamo come un’azienda a conduzione familiare. Con Mauro distinguiamo bene il Wanda moglie con la Wanda manager, se ad esempio litighiamo per questioni domestiche ma poi dobbiamo parlare di lavoro, parliamo per un attimo professionalmente e poi ritorniamo ad essere arrabbiati [ride].

Sorridente ai microfoni, Wanda Nara si dimostra una donna molto determinata nei suoi business: “Ho anche dovuto cambiare il mio look per via del mio ruolo da manager. Io non ne ho mai avuto uno perché ho sempre voluto badare in prima persona ai miei interessi, ero pertanto già abituata da prima ad occuparmi di contratti e negoziazioni. Ho nuovi progetti sul tavolo, con il tempo e compatibilmente con i vari impegni farò in modo che si realizzino“.  

I RAPPORTI CON L’INTER – Naturalmente in questa lunga intervista a cuore aperto Wanda Nara non poteva parlare del rapporto con la società nerazzurra: “Già tre volte abbiamo rinnovato gli accordi con l’Inter perché quando altri club vogliono Icardi la società fa di tutto per tenerlo con sé, naturalmente migliorando le condizioni economiche [ride]. Il rapporto con i dirigenti è ottimo soprattutto a livello personale, ad esempio quando sono nate le bambine la società ci ha fatto un sacco di regali”.
Rassicuranti quindi i messaggi verso i tifosi nerazzurri nonostante non ci siano messaggi di amore eterno: “A noi come famiglia conviene restare a Milano perché i bambini vogliono restare lì, poi all’Inter Mauro è felicissimo ed è anche il capitano. Non è intenzione nostra lasciare Milano, poi naturalmente se Mauro per lavoro dovesse cambiare città lo seguiremmo“.

LA VICENDA NAZIONALE – Icardi dopo tanta attesa e tante polemiche è stato finalmente convocato dal nuovo ct Sampaoli ma la moglie ha svelato un retroscena sulla Nazionale italiana: “Sì, la Nazionale Italiana ben 2-3 volte aveva provato a convocavare Icardi ma lui ha sempre rifiutato. Mauro aveva le idee chiare e voleva dire di sì solo all’Argentina, era commosso quando è arrivata la convocazione di Sampaoli perché erano anni che sognava di far parte dell’Albiceleste“.

LA FAMIGLIA – Come ogni intervista a cuore aperto che si rispetti anche in questa Wanda Nara ha rivela dettagli della sua vita privata: “Dopo i 30 anni inizio a sentire la fatica di avere cinque figli, ho fatto cinque parti cesarei e non abbiamo in programma di avere altri bambini. Con cinque figli devi essere perfetta nell’organizzazione di ogni cosa altrimenti è il caos, anche perché noi ci teniamo a portare i bambini sempre in giro con noi.  Loro hanno un sentimento fortissimo per la bandiera argentina nonostante siano cresciuti in Italia, questo mi rende molto felice
Come già traspare dai social, anche la stessa moglie di Icardi conferma come il giocatore sia una persona molto legata alla famiglia: “Nonostante Mauro non sia il padre biologico ha un rapporto splendido con i tre bambini più grandi, è incredibile l’amore che loro nutrono per lui e lui per loro. Anche Mauro cucina tanto a casa, ed è un ottimo cuoco. Non è il classico giocatore discotecaro, è molto tranquillo e preferisce passare il tempo in casa con la famiglia“.

LA VICENDA CON MAXI LOPEZ – Immancabile la domanda sulla vicenda Icardi-Maxi Lopez. Wanda è stata chiara: “Maxi era infedele e io un giorno mi sono stancata. Non è vero che Mauro era molto amico di Maxi, erano compagni di squadra ed in buoni rapporti ma i suoi migliori amici sono in Argentina. Maxi e Mauro si sono incontrati più volte ed è stato tutto molto tranquillo, la vicenda a dire il vero è stata più rumorosa all’esterno che all’interno. Non dimentichiamo che per il bene dei bambini i rapporti provano a essere i più tranquilli possibili.

IL LIBRO – Ultime battute sul libro: “Nel mio libro parlo dei valori che un bambino deve avere in un campo di calcio, e più in generale di come un bambino deve vivere il calcio. Mi avevano chiesto di scrivere un libro sulla mia vita ma prima di fare questo volevo in realtà scrivere qualcosa per i miei bambini e per tutti gli altri.

ICARDI E LO SCHERZO A WANDA

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy