GdS – Skriniar ministro della difesa, Lukaku degli esteri: le poltrone nerazzurre del governo Conte

GdS – Skriniar ministro della difesa, Lukaku degli esteri: le poltrone nerazzurre del governo Conte

Brozovic all’economia con la sua ‘Epic Tax’, Esposito promotore del decreto dignità interista: in lista anche Sensi, Sanchez e Godin

di Raffaele Caruso

Il governo di coalizione Inter-Conte raggiunge oggi il traguardo dei 100 giorni dopo un avvio di campionato che lascia ben sperare in vista del proseguo della stagione: la strada è ancora lunga ma la squadra nerazzurra sembra aver già assimilato la mentalità vincente dell’ex tecnico della Nazionale.

Da Handanovic a Lukaku, passando anche per Ranocchia ed Esposito: Antonio Conte può contare su alcuni importanti ”ministri”, colonne portanti del suo ”governo”. Ecco la lista stilata da La Gazzetta dello Sport sulle poltrone nerazzurre.

MINISTRO DEGLI INTERNI: STEFANO SENSI.Un tecnico al Viminale nerazzurro: nelle linee guida non sicurezza, ma anche ricerca delle qualità della vita dei cittadini”.

MINISTRO DELL’INNOVAZIONE: ALEXIS SANCHEZ. ”Servono idee geniali e modi diversi per rispondere alle crisi. Può reintrodurre misure dimenticate come filtranti e gol su punizione”.

MINISTRO DELL’ISTRUZIONE: SAMIR HANDANOVIC.Per anni si è mosso senza portavoce e sembrava non aver voce, poi la svolta. Missione: riportare l’interismo nei programmi scolastici”.

MINISTRO DEGLI ESTERI: ROMELU LUKAKU.Rapporti strettissimi con Bruxelles, e influenza su altri due continenti (Africa e Nord America). Dopo la sua Brexit, Conte gli chiede mosse in Europa”.

MINISTRO DELLA DIFESA: MILAN SKRINIAR. ”Ha conservato la poltrona a furor di popolo, dopo aver risposto in passato quasi da solo a varie emergenze. Deve adattarsi ai nuovi assetti”.

MINISTRO DELLA CULTURA: DIEGO GODIN.Dopo i successi nella gestione del museo dell’Atletico Madrid, l’uruguaiano deve riportare ad Appiano la cultura della vittoria e del sacrificio”.

MINISTRO DELL’ECONOMIA: MARCELO BROZOVIC. ”Deve fare i conti dell’intera struttura, dando equilibrio con soluzioni di successo come la ‘epic Tax’ e il reddito di ”coccodrillanza”.

MINISTRO DEI RAPPORTI CON IL PARLAMENTO: ANDREA RANOCCHIA.Da quasi rottamato a fondamentale nei momenti di crisi istituzionale: ora garante della tenuta della maggioranza nello spogliatoio”.

MINISTRO DELLE POLITICHE GIOVANILI: SEBASTIANO ESPOSITO.Principale promotore del decreto dignità interista: obiettivo contratto indeterminato”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 1.800 interisti!

L’ultimo ruggito del Re Leone: Eto’o si ritira. La sua storia all’Inter: dallo scambio con Ibra al Camp Nou

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy