INTERISTI ON THE ROAD – Icardi concede il bis, c’è il Brasile ora per Gabigol. Salcedo show, che errore di Radu!

INTERISTI ON THE ROAD – Icardi concede il bis, c’è il Brasile ora per Gabigol. Salcedo show, che errore di Radu!

Il punto sui nerazzurri in prestito: Gabigol e Joao Mario tornano in Nazionale, bene anche Emmers in Belgio

di Raffaele Caruso

Icardi, Gabigol, NainggolanPerisic e tanti altri: la dirigenza dell’Inter nella sessione estiva di mercato ha concluso importanti operazioni in uscita mandando in prestito diversi giocatori considerati fuori dal nuovo progetto tecnico nerazzurro di Antonio Conte. Come di consueto Passioneinter.com con la rubrica Interisti on the road vi terrà aggiornati sulle prestazioni dei giocatori di proprietà nerazzurra con le loro rispettive squadre.

ICARDI – Settimana importante per l’attaccante argentino. Dopo aver trovato il primo gol con la maglia del Paris Saint Germain in occasione della sfida contro il Galatasaray in Champions League, Icardi si è ripetuto trovando anche la prima rete in campionato nel roboante 4-0 inflitto all’Angers dagli uomini di Tuchel. Un altra rete facile a porta quasi spalancata per Maurito che però inizia a prendere confidenza nuovamente con il gol  dopo gli ultimi difficili mesi che sembrano ormai alle spalle. Lo stesso giocatore appare sereno come testimoniato dalle parole rilasciate nel post partita: ”Mi ha fatto davvero tanto piacere segnare, non ero mai stato in grado di farlo a Parco dei Principi. Anche ritrovare una maglia da titolare per me era importante, mi dà fiducia. La squadra è più forte e sempre più unita”.

GABIGOL – L’attaccante brasiliano, leader della classifica marcatori del Brasilerao, non ha presa parte all’ultimo match vinto dal Flamengo contro la Chapecoense a causa di una squalifica per somma di ammonizioni. Per Gabigol però si preannuncia una settimana importante: l’attaccante di proprietà dell’Inter è tornato nel giro delle convocazioni del Brasile in vista delle prossime due amichevoli in programma contro Senegal e Nigeria e Tite dovrebbe concedergli qualche minuto. Intanto il Flamengo continua a lavorare con la dirigenza nerazzurra per cercare di trattenerlo definitivamente in patria.

NAINGGOLAN – Il Ninja, per la prima volta dal suo addio alla Roma datato estate 2018, ritorna in campo all’Olimpico da avversario con la maglia del Cagliari. Lo stadio gli riserva un’accoglienza particolare con il nome del belga urlato e applaudito durante la lettura delle formazioni. Il centrocampista di proprietà dell’Inter però in campo si vede poco e non riesce a essere praticamente mai pericoloso dalle parti di Pau Lopez.  Maran lo schiera dietro le punte, la gara non è delle più semplici visto che il Cagliari gioca di rimessa. Abbandona il campo al minuto 77′ per far spazio a Ionita. Il tributo durante la sostituzione dell’intera tifoseria giallorossa è emozionante: standing ovation, cori e applausi in quella è stata per molti anni la sua casa.

PINAMONTI E RADU – Il Genoa cade nuovamente davanti ai propri tifosi in quello che per Pinamonti e Radu è a tutti gli effetti un derby: al Marassi il Milan rimonta l’iniziale vantaggio di Schone e conquista grazie ad Hernandez e Kessie tre punti fondamentali per la classifica. Male il portiere rumeno di proprietà dell’Inter che si lascia bucare dal sinistro dell’ex Real Madrid sul suo palo: una distrazione davvero clamorosa che difatti ha rimesso in pista la formazione rossonera. Insufficiente anche la prestazione dell’attaccante rossoblu: fa fatica a rendersi pericoloso e non sembra particolarmente brillante. Nel finale di gara Pinamonti lascia anche il campo.

DALBERT – La Fiorentina conquista la terza vittoria consecutiva in campionato battendo in casa per 1-0 l’Udinese. Ancora buone indicazioni per Montella dall’esterno brasiliano: la presenza di Dalbert sulla sinistra è utilissima per regalare a Ribery un’alternativa valida all’inserimento centrale. Si vede in un paio di proiezioni offensive e in difesa non sfigura contro Stryger Larsen.

SALCEDO – Dopo l’ottimo esordio contro il Cagliari, questa volta Juric sceglie di affidarsi a Salcedo sin dal primo minuto contro la Sampdoria. Rischio che porta i suoi frutti visto che l’Hellas Verona alla fine dei giochi si impone per 2-0 grazie anche all’attaccante classe 2001 che risulta essere anche uno dei migliori in campo. Per la prima volta gioca titolare in serie A ma sembra un veterano: soprattutto nel primo tempo è una vera e propria spina nel fianco per la difesa blucerchiata.

JOAO MARIO – Vince ancora il Lokomotiv Mosca che liquida la pratica Arsenal Tula con il risultato di 2-1, raggiungendo in vetta al campionato a quota 26 punti lo Zenit San Pietroburgo e il Rostov. Il centrocampista portoghese parte ancora una volta titolare sulla trequarti e rimane in campo per l’intera partita, rendendosi ancora protagonista nella sua nuova avventura in Russia. L’Inter monitora la situazione fiduciosa del riscatto da parte del Lokomotiv, intanto Joao Mario come Gabigol è tornato in Nazionale in vista dei prossimi due impegni del Portogallo in programma contro Lussemburgo e Ucraina.

GLI ALTRI – Maglia da titolare e assist per Xian Emmers nell’importante successo del Waasland-Beveren che si allontana dalle zone basse della classifica battendo per 3-1 l’Oostende. Solo una manciata di minuti per Colidio, sceso in campo nel finale della pesante sconfitta (4-) rimediata dal suo St-Truiden sul campo del Kortrijk. Panchina per Karamoh (Parma).

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Nuovo Stadio, parola al pubblico: al via un questionario per valutare le proposte di Populous e Manica/Sportium

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy