Piovaccari ricorda: ”Handanovic al Treviso era qualcosa di mostruoso. E quel gol di Adriano…”

Piovaccari ricorda: ”Handanovic al Treviso era qualcosa di mostruoso. E quel gol di Adriano…”

L’attaccante cresciuto nel settore giovanile nerazzurro ora è in forza al Rayo Vallecano

di Raffaele Caruso

Federico Piovaccari, attaccante classe 1984 cresciuto nel settore giovanile dell’Inter ora in forza al Rayo Vallecano, ai microfoni di Gianlucadimarzio.com ha ricordato diversi aneddoti che riguardano alcuni giocatori che hanno vestito la maglia nerazzurra.

Ecco le sue parole: ”Ho giocato con tanti grandi giocatori. Bonucci può bastare? E’ stato uno dei pochi compagni di squadra che, a Treviso, è venuto a trovarmi in ospedale quando è nato mio figlio Andreas. Poi allenamenti, passeggiate, spritzMi sono allenato con il primissimo Icardi, alla Sampdoria. Lui era in Primavera ma si aggregava spesso con noi. Un talento. Samir Handanovic al Treviso era qualcosa di mostruoso. Per non parlare di Adriano Leite all’Inter. A 18 anni sono passato dalla serie D, dove giocavo in mezzo alla terra, alla perfezione della Pinetina. A gennaio arriva questo brasiliano che in un’amichevole tra Primavera e prima squadra, prende palla di spalle, si gira e spara un missile in rete. Un fulmine a ciel sereno che mi ha lasciato senza parole”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Malù Mpasinkatu a PI.com: “Conte mi ricorda Mourinho. Vi svelo un retroscena su Lukaku. Razzismo? Tolleranza zero”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy