L’ironia di Mentana dopo l’arrivo di Eriksen: “Conte tiene alto il nome del nostro paese”

L’ironia di Mentana dopo l’arrivo di Eriksen: “Conte tiene alto il nome del nostro paese”

Il giornalista gioca con l’omonimia del tecnico con il presidente del consiglio

di Raffaele Digirolamo, @RaffaDigi97

Ormai gli ultimi ostacoli paiono superati, con Christian Eriksen che è ormai pronto a volare in Italia per diventare un nuovo calciatore dell’Inter. Un colpo che ha suscitato l’entusiasmo dei tifosi nerazzurri, che sui social si sono scatenati per celebrare uno dei colpi più importanti degli ultimi anni.

Sul proprio profilo Facebook è arrivato dal giornalista Enrico Mentana, che ha ironizzato sull’omonimia fra il tecnico nerazzurro Antonio Conte ed il presidente del consiglio Giuseppe: “Vorrei spezzare una lancia a favore di Conte: viene criticato da chi sapete perché considerato un traditore. Eppure ha dimostrato di saper tenere alta l’immagine del nostro paese, e anche all’estero si è fatto apprezzare. È arrivato in un ambiente per lui nuovo, popolato di persone abituate a vederne di tutti i colori, e lui ha mostrato competenza senza perdere quello spirito da pugliese indocile, e in poco tempo ha conquistato tutti. Ora è riuscito a convincere anche Eriksen, dopo Lukaku: e non sarebbero mai arrivati se non ci fosse stato lui, Conte. Antonio ovviamente”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE MERCATO – Preso Eriksen, Politano al Napoli. Nuovi contatti per Giroud e Izzo

“Vorrei spezzare una lancia a favore di Conte: viene criticato da chi sapete perché considerato un traditore. Eppure ha dimostrato di saper tenere alta l’immagine del nostro paese, e anche all’estero si è fatto apprezzare. È arrivato in un ambiente per lui nuovo, popolato di persone abituate a vederne di tutti i colori, e lui ha mostrato competenza senza perdere quello spirito da pugliese indocile, e in poco tempo ha conquistato tutti. Ora è riuscito a convincere anche Eriksen, dopo Lukaku: e non sarebbero mai arrivati se non ci fosse stato lui, Conte. Antonio ovviamente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy