Ag. Keita: “In estate ha voluto solo l’Inter. Riscatto? Non sarà un altro Cancelo. Se fa quello che sa fare…”

Ag. Keita: “In estate ha voluto solo l’Inter. Riscatto? Non sarà un altro Cancelo. Se fa quello che sa fare…”

L’agente dell’attaccante senegalese si sbilancia sulle possibilità di riscatto da parte dell’Inter

di Raffaele Caruso

Un altro gol per convincere l’Inter, un altro gol pesantissimo che ha permesso alla squadra nerazzurra di tornare a casa da Empoli con 3 punti importantissimi. Keita, dopo una prima parte di stagione altalenante, finalmente si è sbloccato e da qui fino a fine campionato è chiamato a guadagnarsi il riscatto a suon di gol e assist.

Roberto Calenda, suo agente, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha parlato del suo futuro: “Ho l’impressione che Keita non sarà un altro Cancelo. L’Inter troverà il modo di riscattare il giocatore. C’è tempo fino a fine maggio. Servono 34 milioni, il totale dell’operazione è di 40. Ma è una cifra che rientra nei parametri per un calciatore di quella età, con i numeri in termini di gol e assist nei piedi di Keita. Se fa quello che deve fare, non ci saranno dubbi sulla permanenza all’Inter”.

La trattativa in estate: “L’Inter fu subito ricettiva una volta capita la possibilità di chiudere l’operazione. E l’allenatore ha poi caldeggiato il tutto, avendolo affrontato diverse volte in campo. C’erano altre squadre interessate. Già dallo scorso gennaio si era mosso il Napoli. E da Londra una chiamata l’avevamo ricevuta dal Tottenham. Ma di fronte alla possibilità Inter, Keita non ha avuto dubbi, ha subito fatto capire i suoi desideri”.

Un Keita più maturo: “La verità è che è stato dipinto un uomo diverso da quello che è. Alla Lazio gli hanno fatto la guerra in passato. E si è diffuso un ritratto sbagliato, quello di una testa matta”.

LEGGI ANCHE – DALLA GARRA CHARRUA ALLA MOSSA DEL COCCODRILLO: TUTTI I TORMENTI DI UN 2018 DA PAZZA INTER

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – #SiamoTuttiKoulibaly, ma nessuno è Meité. I ‘buu’ dell’Olimpico fanno meno rumore, i tifosi insorgono

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy