Asamoah: “Sono qui per lavorare e migliorarmi. La Juve? C’era la possibilità di rimanere, ma ho scelto l’Inter”

Asamoah: “Sono qui per lavorare e migliorarmi. La Juve? C’era la possibilità di rimanere, ma ho scelto l’Inter”

Già ai tempi dell’Udinese il laterale africano era stato vicino all’Inter

di Antonio Siragusano

L’Inter presenta ufficialmente Kwadwo Asamoah: il terzino ghanese si veste di nerazzurro dopo essersi svincolato dalla Juventus, club con il quale ha raggiunto tantissimi successi. Il terzino sinistro africano viene presentato oggi dalla società interista, ecco le sue prime parole raccolte dagli inviati di Passioneinter.com.

INTER TV – “Non posso fare tutto da solo. La squadra per fare bene deve essere unita e compatta. Sono qui insieme ai compagni per raggiungere i nostri obiettivi. Sono contento di essere qui, per la mia famiglia. Ho parlato con mister, direttore, qui c’è qualcosa di importante per la mia carriera”.

MENTALITA’ VINCENTE – “Portare mentalità vincente? Sì, ma quello che ho vinto è passato. Sono qui per lavorare e studiare, fare cose importanti. Ho iniziato da ieri, ma mi sento già a casa. Contento di lavorare insieme agli altri compagni. C’era la possibilità di rimanere alla Juventus, ma ho scelto questa maglia e la società ha scelto me. Voglio fare cose importanti”.

LA SCELTA – “Altre offerte? E’ stata una decisione difficile lasciare la Juve, ma direttori e allenatore mi hanno convinto. Venire qui è importante per la mia carriera, posso ancora migliorare”.

SPALLETTI – “Spalletti? Ieri noi nuovi calciatori ci siamo presentati agli altri, è stato bello. Adesso è come se fossimo qui da anni, ci hanno accolto molto bene”.

CHAMPIONS –  “La Champions è una competizione difficile, siamo qui per lavorare e fare bene. La Champions è diversa dal campionato italiano, cerchiamo di andare più avanti possibile”.

JUVENTUS E CR7 – “Giocare contro la Juventus con Cristiano Ronaldo? Non ci penso, sono qui per lavorare, aiutare la mia squadra. Non penso di giocare contro un solo giocatore o contro una sola squadra. Per fare bene devi pensare a tutte le squadre”.

RUOLO – “Il ruolo di terzino? Abbiamo già parlato dei progetti di questa squadra, c’è la voglia di migliorare. E’ vero che all’Udinese agivo da centrocampista, con la Juve ho giocato quasi sempre sulla fascia sinistra e mi mancava giocare a centrocampo. Qua dipende tutto dal mister, sono pronto a dare tutto quello che ho”.

PROSPETTIVE – “Questa squadra ha tutto per fare meglio, dai giocatori allo staff. Penso che noi possiamo fare cose importanti quest’anno”.

INFORTUNI – “Infortuni? Lo scorso anno mi sono allenato sempre, fisicamente stavo bene e non ho avuto nessun problema. Anche ieri, non ci sono stati problemi particolari”.

RIVALITA’ STORICA – “Si, so che c’è rivalità tra Juve e Inter. Ho scelto questa maglia, la rivalità non mi darà fastidio”.

LEGGI ANCHE – DA BOCCIATO A INCEDIBILE: IL CURIOSO CASO DI ANDREA RANOCCHIA

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

SPALLETTI SUONA LA CARICA IN VISTA DEL RITIRO: “SI RIPARTE, CERTI DEL VOSTRO AFFETTO”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy