Juan Jesus: “Rimarrò qui fin quando me lo chiederanno. Amo Milano e amo l’Inter”

Juan Jesus: “Rimarrò qui fin quando me lo chiederanno. Amo Milano e amo l’Inter”

Commenta per primo!

Non sta passando, sicuramente, un buon momento, ma l’amore per l’Inter da parte sua non è da mettere in discussione. In un’intervista a Globo Esporte, Juan Jesus ha parlato di questo e tanto altro: “Rimarrò qui fin quando me lo chiederanno. Sono felice, amo l’Inter e Milano. Conosco tutti, dai giardinieri ai baristi, fino ad arrivare ai compagni di squadra. Sono uno dei senatori e ho molti amici che non hanno a che fare solo con il mondo del calcio. Non cambierei questo club per nulla al mondo adesso” – afferma il difensore brasiliano – “Credo nel mio lavoro e lascio che la gente parli perchè sonp agati per farlo, se leggessi i giornali e guardassi la TV non dovrei più vivere“.

Si passa, poi, a parlare del periodo della squadra nerazzurra: “Credo che si tratti di un problema mentale. Io vedo come lavoriamo e possiamo anche sbagliare, perchè nessuno è Messi o Cristiano Ronaldo, anche loro sbagliano. Il problema è nella nostra testa, dobbiamo sopportare questa pressione, perchè giocare con questa maglia vuol dire sopportare molta pressione. Chi vede da fuori non sa cosa vuol dire per un’interista essere a metà classifica, per loro è una situazione orrenda perchè l’Inter ha sempre lottato per il vertice. Dobbiamo tornare a vincere per dimenticare i problemi“.

Cambio Mazzarri-Mancini? Jesus la pensa così: “Abbiamo giocato per due anni con la difesa a tre e adesso dobbiamo essere più concentrati e non possiamo uscire in anticipo perchè non c’è più una persona alle tue spalle, ma solo un altro centrale che deve guardare l’altra metà del campo. Adesso faccio quello che mi chiede Mancini, ma siamo abituati a giocare con la difesa a tre. Non sono allenatore, ma è normale che se si cambia a stagione in corso, serve tempo per capire i nuovi meccanismi. Comunque, Mancini si è congratulato con noi dicendo che stiamo migliorando ed è una grande soddisfazione“.

Un parere sul mercato anche da parte del numero 5 nerazzurro: “Io comprerei di nuovo Coutinho. Oltre ad essere un grande giocatore, è anche un mio grande amico e potrebbe aiutarci tanto con le sue caratteristiche e la sua partenza è stata una grande perdita. Ero molto triste quando lasciò Milano, ma sono felice per quello che sta facendo a Liverpool. Non so se vorrebbe ritornare, ma se volesse qui farebbe molto bene. Ogni tanto torna a Milano perchè Liverpool è fredda e piccola, ma si è adattato bene lì“.

L’impressione che viene data fuori, non è sempre quella e proprio di questo, riguardo Mauro Icardi, ne parla Juan Jesus: “E’ un bravissimo ragazzo, siamo seduti vicini nello spogliatoio e parliamo molto. Non importa quale immagine passa di lui attraverso i social network, l’importante è che segni e noi siamo felici quando lo fa. Lo spogliatoio è sereno e Mauro non litiga con nessuno, anzi è sempre sorridente e molto tranquillo. Noi siamo un gruppo molto unito, parliamo molto anche a causa del momento che stiamo attraversando e cerchiamo di uscire dalla crisi il prima possibile“.

In conclusione, una battuta sul suo arrivo all’Inter: “Quando arriva un’opportunità così devi subito coglierla. Ho sempre voluto giocare all’Inter e, nonostante mi è stato detto di aspettare, io ci sono andato e, a parer mio, ho fatto bene. Non so se ero pronto per venire in Europa, ma ogni tanto devi rischiare. Adesso qui sono molto felice” conclude.

Leggi anche: RINNOVO HANDANOVIC – AUSILIO: “SA QUANTO E’ STIMATO ALL’INTER. VEDREMO COSA ACCADRA’ NELLE PROSSIME SETTIMANE”

Leggi anche: MERCATO – AUSILIO: “DYBALA E’ FORTE E GIOVANE. HA TUTTE LE POSSIBILITA’ PER ESSERE PARTE DELLA NUOVA INTER”

Follow on Twitter @onlyloveinter

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy