Yang: “Per l’Inter pronti a nuovi investimenti. Rivalità coi cinesi del Milan? Chiaro che sì”

Yang: “Per l’Inter pronti a nuovi investimenti. Rivalità coi cinesi del Milan? Chiaro che sì”

Rispetto per la storia, risultati sportivi e sviluppo dello sport: questi gli obiettivi di Suning dopo l’acquisizione del club nerazzurro

Commenta per primo!
intervista sabato

In questa settimana ci sarà un viaggio a Milano dello stato maggiore di Suning per definire alcune strategie. Le parole di Yang Yang, vice presidente di Suning Investment Group, però sono già arrivate; raccolte da Radio Anch’io – Lo Sport ve le riproponiamo:

I MOTIVI – “Ci sono diversi motivi per cui Suning ha scelto l’Inter. Innanzitutto noi abbiamo interesse a promuovere questo sport e vogliamo che ci sia attenzione nei confronti in una squadra di prestigio come l’Inter. Il secondo motivo è per comunicare con la realtà italiana e questo migliorerà l’aspetto tecnico delle squadre cinesi. Investire nell’Inter rientra nella strategia di internazionalizzazione di Suning, il nostro marchio potrà trarre beneficio da questa nostra decisione. L’ultimo motivo è che ovviamente si tratta di una grande squadra da vertice con moltissimi tifosi ed una lunga e gloriosa storia. Siamo convinti che riusciremo a portare avanti questi anni di storia con successo e potremo recuperare il terreno perso in questi anni. Abbiamo un interesse economico che però porterà anche risultati sportivi”.

DERBY – “Abbiamo in mente – continua Yang Yang – un investimento che ci permetterà di raggiungere i tanti obiettivi che ci siamo prefissati. Rivalità con gruppo cinese del Milan? Chiaro che l’interesse sarà notevole per quanto riguarda questo derby, già c’era un forte interesse nei confronti di queste due squadre in Cina. Obiettivi? Ovviamente abbiamo già fissato gli obiettivi. Siamo fiduciosi, crediamo che l’Inter potrà andare bene sia in campionato sia per quanto riguarda la coppa. Il mercato estivo ha visto il nostro impegno ed il nostro interesse, abbiamo già esperienza nel settore da prima di questa acquisizione e crediamo di saper affrontare queste sfide. Il meccanismo UEFA è stato modificato e crediamo che sarà possibile ottenere un beneficio per il biennio 2017/2018″. 

ITALIA-CINA – “Possiamo contribuire – conclude il vice presidente di Suning – anche all’ulteriore sviluppo del calcio italiano. L’Inter è una grande squadra con un grande marchio ed una storia che risale a prima della creazione del nostro gruppo, per cui è un marchio da rispettare e valorizzare. Giocatori cinesi in Italia? Per il momento non ci sono dei giocatori cinesi in Serie A, ma credo che ci siano dei giocatori cinesi che già giocano in altre squadre europee. In Cina ci sono molti giocatori che vorrebbero giocare in Europa e per noi sarebbe bello vederne di più in Europa e, perché no, nell’Inter. Un giocatore dell’Inter in Cina? Per il momento non ci sono piani di questo genere. Però naturalmente un interesse. Magari nel futuro, chissà, con qualche sinergia con la nostra altra squadra. Nuovi investimenti se non arrivano i risultati? Per noi la nostra presenza nell’Inter è in un’ottica di lungo periodo quindi abbiamo interesse a continuare ad investire per il miglioramento della squadra. Di sfide ce ne sono tante e dobbiamo seguire le regole europee”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy