CHE FINE HA FATTO – Helveg, il pupillo di Alberto Zaccheroni

CHE FINE HA FATTO – Helveg, il pupillo di Alberto Zaccheroni

65° appuntamento con la rubrica settimanale di Passioneinter.com

di Simone Tortoriello, @simonzibon

Che fine ha fatto” è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Oggi tocca a Thomas Helveg, il terzino che Zaccheroni dopo aver allenato all’Udinese ha portato con sé sia al Milan che all’Inter.

Passato all’Inter nell’estate del 2003 dopo 5 anni trascorsi al Milan nell’ambito dell’affare che portò Ciryl Domoraud al Milan, Thomas Helveg in nerazzurro ritrova nuovamente l’allenatore Alberto Zaccheroni, che dopo averlo allenato per la prima volta all’Udinese ha chiesto ed ottenuto prima dal Milan e poi dall’Inter il suo acquisto.  Nella Beneamata, complice anche il prematuro esonero del tecnico,  rimane solo per una stagione, in cui gioca 32 partite complessive tra le varie competizioni senza offrire molte prestazioni convincenti, subentrando spesso a partita in corso senza mai incidere.

La stagione successiva, dopo 11 anni trascorsi in Italia per il terzino danese tenta una nuova avventura, questa volta in Premier League, con la maglia del Norwich, ma l’esperienza non è positiva a causa dei tanti infortuni che ne pregiudicano il rendimento, e dopo un anno è di nuovo con le valigie in mano. Nell’estate del 2005 viene ceduto ai tedeschi del Borussia Monchengladbach, ma in due anni di permanenza in Bundesliga non viene praticamente mai preso in considerazione dai tre allenatori che si sono succeduti in quegli anni, ovvero Dick Advocaat, Horst Koppel e Jupp Heynckes.

RITORNO ALL’ODENSE E ADDIO AL CALCIO – Nell’estate del 2007 rescinde il contratto con il Borussia Moenchengladbach, e all’età di 36 anni Thomas Helveg decide di far ritorno in patria per concludere la carriera con la maglia dell’Odense, la squadra da cui tutto è cominciato nel 1988, quando entrò a far parte delle giovanili del club biancoazzurro. Con il club danese gioca per 3 anni, sino al 2010, quando ormai prossimo ai 40 anni decide di appendere definitivamente le scarpette al chiodo.

Una volta terminata la carriera da calciatore professionista, Helveg è stato assistente tecnico per 3 anni prima all’Odense e poi nella nazionale danese per 3 anni, per poi lanciarsi in un’attività in una scuola calcio del posto. Come raccontato in esclusiva ai microfoni di Passioneinter.com pochi giorni fa, sta attualmente curando un’idea che riguarda lo sviluppo del talento dei giovani in Danimarca.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Idea Aubameyang per giugno, ma ad una condizione. Torna Stankovic! Il PODCAST di PI. Quel retroscena su Chiesa…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy