Sorteggio Champions League, le avversarie: tutto sul Borussia Mönchengladbach

L’analisi sulla quarta forza tedesca della scorsa stagione

di Davide Ricci, @davide_r22

L’Inter di Antonio Conte è stata inserita nel girone B della Champions League 2020-2021 insieme a Real MadridShakhtar DonetskBorussia Mönchengladbach. Dopo l’analisi del Real prima, e dello Shkahtar poi, la redazione di Passione Inter vi porta nel mondo del Borussia.

Champions League, il mercato del Borussia Mönchengladbach:

Un altro ex, sempre un esterno, ma questa volta ha fatto il percorso inverso: Valentino Lazaro è stato uno degli acquisti di questa sessione di mercato del Borussia, preso proprio dall’Inter con un prestito con diritto di riscatto. Lui e l’austriaco Hannes Wolf i due acquisti più importanti.

Champions League, il muro Matthias Ginter:

E’ sicuramente la stella del Borussia Mönchengladbach, tanto da essersi guadagnato l’interesse di molti club europei tra cui l’Inter. Un difensore roccioso, imponente ed anche dotato tecnicamente: a 26 è finalmente entrato nell’élite europea ed ora vuole scrivere la storia del club tedesco.

Champions League, la grande sorpresa Marco Rose:

Il terzo allenatore più giovane dell’intera Bundesliga ha portato il suo  al quarto posto e dunque in Champions League al primo anno sulla panchina. Dopo anni passati sulle panchine minori, arriva la grande occasione Salisburgo e poi il club tedesco. Difesa arcigna e bel gioco: ecco il suo credo. La particolarità però riguarda il suo vice: Rene Maric infatti scriveva di tattica su un blog su internet.

Champions League, i precedenti con l’Inter:

Sono quattro gli incontri tra Inter e Borussia Mönchengladbach, anche se in realtà le partite giocate sono state cinque. Una ha una storia davvero particolare e risale alla Coppa dei Campioni 1971/1972, ottavi di finale. Il 20 ottobre 1971 Roberto Boninsegna fu colpito in testa da una lattina: un fatto che provocò la ripetizione della partita (persa dal’Inter 7-1) dopo un lungo procedimento disciplinare- In attesa del verdetto si giocò la sfida di San Siro: 4-2 per l’Inter, con i gol di Boninsegna, Bellugi, Jair e Ghio. Poi l’1 dicembre la ripetizione del match annullato e ripetuto, in Germania: 0-0 con Ivano Bordon, giovanissimo, protagonista con un rigore parato.

L’altro doppio confronto risale al 1979, secondo turno di Coppa Uefa: 1-1 in Germania e successo per 2-3 dei tedeschi a San Siro ai supplementari.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy